| Entrance | Homepage | Current issue | Archives | Site Map |
|
A-Z index : Music Machines - Artists - Producers | Highlights : Music Machines - Artists - Producers |
|
Sutdios | Charts | Party Zone | Audio Interviews | Guests | ShopOnLine | Vintage Machines | Links | Xstras | e-mail | all About Future Style |


FUTURE STYLE


february 2001 issue 90

APOLLO FOUR FOURTY

Il trio di Liverpool, formato da Noko e dai fratelli Howard e Trevor Gray sono insieme dal 1990. Nel 1993, dopo una serie di singles usciti con la loro label Stealth Sonic Recordings, sono stati ingaggiati dalla Epic Records, con 'Rumble' come prima uscita. Seguirono altri singoli: 'Astral America' scelto dalla NBA, 'Liquid Cool' e 'Don't Fear the Reaper' entrambi entrati in classifica; con l'album "Millennial Fever" dance/rock vennero definitivamente identificati come gruppo dance/rock. Dopo il successo del secondo album "Electroglide In Blue", gli Apollo si sono concentrati sui lives incrementando il gruppo con batteristi e con DJ Harry K e Mary Byker e tendendo 200 concerti in ogni parte del mondo. Iniziata una collaborazione con Jean Michel Jarre, sono on stage con lui nel concerto "World Cup Bastille Day"con piùdi un milione di spettatori. Arrivò poi il soundtrack per "Lost In Space" e l'uscita di un nuovo album, inframezzati nel frattempo da remix per Puff Daddy e James, da temi conduttori per show televisivi e per il Pop Zone della BBC.
Riassumendo: una decina di hit single, due hit albums, qualche tema coduttore per show televisivi, colonne sonore per spot pubblicitari e per films, soundtrack per Playstation, qualche centinaio di remix. Noko, Howard e Trevor Gray, hanno organizzato il posto di "lavoro" in vari studi. Da un complicato labirinto di corridoi si accede alle varie stanze piene di apparecchiature. In una è piazzato il set di batteria organizzato come per un live sul quale operano batteristi e percussionisti e monitorizzato nelle altre stanze. Un'altra è organizzata per la voce. Il tutto comunque permette di concretizzare un prodotto dall'idea iniziale al master finale. Investono molti dei loro incassi nell'aggiornamento degli studi. Per l'album "Electroglide In Blue" hanno adoperato un 32 canali Spirit : "Con lo Spirit riusciamo ad ottenere una elevata distorsione, la cosa che più predilige Jean Michel Jarre quando lavora con noi. Abbiamo molte apparecchiature analogiche outboard e preferiamo lavorare con un banco analogico piuttosto che con i digitali del tipo Yamaha 03R. Usiamo un multitraccia digitale, ma pensiamo che il percorso tutto digitale Mac-dat /CD debba essere arricchito facendo entrare lungo il percorso qualcosa di analogico".
Non nascondo di aver registrato a volte, qualche traccia di batteria con un Fostex Portastudio entrando nel microfono In. "Tracce così eccitantemente distorte non siamo mai riusciti a riprodurle con altri mezzi".
Come softwarer hanno sempre adoperato Cubase, supportato da card quali Korg 1212 o dal 16 canali Adat. I campionatori preferito sono Akai in particolare l'S 6000 '.. anche se a volte impazziva completamente costringendoci a spegnere e perdere tutto il lavoro fatto. E' una macchina con molte attrattive ... gli effetti, il timestretch aggiustabile al BPM, 256 MB di memoria, 16 uscite ..... ma nei nostri studi deve essere tutto compatibile e per un pieno uso dobbiamo effettivamente aspettare di aggiornare tutti gli Akai che abbiamo alla versione 6000, altrimenti un campione fatto in questo studio coni il 6000 non viene letto nello studio accanto dai precedenti Akai'.
Cosa altro adoperano gli Apollo ? Macchine nuove e vintage: Korg Prophecy, Roland JP-8000, JD-800 e JD-990, Juno 60, Juno 106 e Jupiter 8, Hammond XM1"

Trevor: "Korg MS 2000 ? Lo avevamo da appena una settimana e ne eravamo già innamorati. E' una di quelle macchine che tu accendi e già sai che ti piace. I suoni hanno il feel dei vintage analogici della vecchia scuola".


Discografia

Charlie's Angels, 2000
Stealth Sonic Recordings / Sony - Epic

Gettin' High On Your Own Supply, 1999
Stealth Sonic Recordings / Sony - Epic
(album, 13 songs)

Heart Go Boom, 1999
Stealth Sonic Recordings / Sony

Stop The Rock, 1999
Stealth Sonic Recordings / Sony - Epic

Lost In Space, 1998
Stealth Sonic Recordings / Sony-Epic

Rendez-Vous 98, 1998
Disques Dreyfus / Sony-Epic

Carrera Rapida (Theme from Rapid Racer, 1997
Stealth Sonic Rec

Raw Power, 1997
Stealth Sonic Recordings / Sony-Epic

Electro Glide In Blue, 1997
Stealth Sonic Recordings / Sony-Epic 12brani
(album, 12 songs)

Ain't Talkin' 'Bout Dub, 1996/97
Stealth Sonic Recordings / Sony-Epic

Krupa, 1996
Stealth Sonic Recordings / Sony-Epic

(Don't Fear) The Reaper, 1995
Stealth Sonic Recordings / Sony-Epic

Millennium Fever, 1995
Stealth Sonic Recordings / Sony-Epic

Liquid Cool, 1994
Stealth Sonic Recordings / Sony-Epic

Astral America, 1993
Stealth Sonic Recordings / Sony-Epi

Rumble E.P., 1993
Stealth Sonic Recordings / Sony-Epic

Blackout, 1991/92
Stealth Sonic Recordings/Reverb Records

Lolita U.S.A.'92 / Destiny C.I.S.'92
Stealth Sonic Recordings/Reverb Records

Destiny, 1991
Stealth Sonic Recordings/Reverb Records

Lolita, 1991
Stealth Sonic Recordings/Reverb Records

Apollo 440.. TOP..... archives index



FUTURE STYLE


february 2001 issue 90

 AssoArtisti news
Cresce la mobilitazione per "conquistare" la Legge sulla Musica. Deciso un Sit-in a Piazza Montecitorio.

Il disegno di legge sulle attività musicali non è stato ancora approvato e sono a rischio 5 anni di lavoro per una legge che potrebbe offrire nuove opportunità a tutto il mondo della musica, per riconoscere dignità alla musica popolare contemporanea, per aiutarne la promozione, produzione e diffusione in tutto il mondo, e per affermare finalmente che la musica è cultura. Per conseguire ciò è necessario approvare alla Camera dei Deputati lo stesso testo già votato al Senato sulla promozione, sostegno e valorizzazione delle attività musicali. La musica è un linguaggio universale, il ponte che unisce culture diverse, non ha confini, né colori, né appartenenze politiche.Per non distruggere cinque anni di lavoro, e per colmare un insostenibile vuoto legislativo, occorre una forte mobilitazione che veda protagonisti tutti gli operatori del settore: Musicisti, Autori, Orchestre, Produttori di spettacoli, Discografici, Agenti di spettacolo e comunque tutti coloro che a vario titolo sono coinvolti per l'attività che svolgono con il mondo della musica. Da tutti i firmatari della "Lettera Appello" inviata alle Istituzioni e da "Cambia Musica" di Franz Di Cioccio è stata organizzata una manifestazione-sit-in, davanti alla Camera dei Deputati (Piazza Montecitorio) per Mercoledì 7 febbraio 2001 ore 11:00 (tutti i musicisti sono pregati di portare il proprio strumento, per rendere più incisiva e visibile la manifestazione). La Conferenza Stampa di presentazione dell'evento, si terrà lunedì 5 febbraio alle ore 11:30, presso il "Jazz Cafè", sito in Via Zanardelli (adiacente Piazza Navona).

Coram ha presentato a Roma la ricerca sull'economia della musica in Italia.
Dagli interventi dei relatori è emerso che l'industria della musica produce 5.000 miliardi annui di fatturato e dà lavoro a 115.000 unità. E' questo il quadro economico che offre la musica nel nostro Paese, una grande azienda con prospettive eccellenti e in attesa di una regolamentazione adeguata. Il quadro "dell'economia della musica in Italia'' è stato tracciato alla presenza del ministro dell'Industria Enrico Letta, del Sottosegretario ai Beni Culturali, on. Giampaolo D'Andrea e da numerosi operatori del settore (case discografiche, produttori, commercianti di dischi e associazioni di settore). La presentazione di questa analisi sui risvolti economici del settore è stata elaborata dal Coram (Coordinamento delle attività musicali di cui fanno parte anche Assoartisti e Fismed Confesercenti) e dal network di ricerca Kpmg.
L'indagine ha fornito, per la prima volta in Italia, una panorama completo dei diversi aspetti del mondo musicale, prendendo a riferimento il periodo 1998 - 1999 e spaziando nei diversi settori di attività connessi al mondo musicale: dalla discografia allo spettacolo, dal ballo agli strumenti musicali, dalle scuole di musica alle radio e televisioni al diritto d'autore, di copia e connesso. Per ogni comparto produttivo sono emersi dati e andamenti di grande interesse, volumi economici consistenti e un'occupazione che supera complessivamente le 115.000 unità distribuite tra il settore del ballo (70.000), le scuole di musica e conservatori (oltre 15.000), la produzione e distribuzione discografica (circa 20.000) e il comparto degli strumenti musicali (oltre 10.000). I risultati della ricerca hanno, inoltre, rilevato che il settore può vantare un fatturato di quasi 5.000 miliardi all'anno, provenienti esclusivamente dall'iniziativa privata (le sovvenzioni pubbliche, riferite a enti lirici e altre attività musicali, non superano i 584 miliardi) contro una capacità contributiva verso le casse dello Stato di oltre 1.000 miliardi. ''Dalle cifre - ha sottolineato il presidente del Coram, Antonio Monzino - appare evidente che la musica sia oggi, a tutti gli effetti, una grandissima azienda con eccellenti prospettive, alla ricerca di nuovi spazi culturali, economici, istituzionali e sociali che le consentono di esprimere e accrescere le capacità e le potenzialità da sempre dimostrate''. Per Monzino inoltre resta forte, tra i vincoli alla crescita del settore, "la carenza di attenzione dei programmi scolastici italiani nei confronti della disciplina musicale".
La necessità di arrivare a un "tavolo sulla musica" per mettere sul tappeto tutti i problemi del settore è stata poi sostenuta dal ministro Letta, che ha ripreso il filo che aveva cominciato a tessere il suo predecessore all'industria Bersani a fine 1999. ''E' necessario un approccio di sistema per avere una visione unificata - ha detto Letta - per questo propongo un "tavolo musica" che dovrà essere posto all'attenzione del nuovo ministro delle attività produttive del prossimo governo''. Per Letta, d'altra parte, esiste un problema legato al fatto che "le istituzioni non sono preparate a considerare la musica come un fatto economico". Il ministro ha infine sostenuto che bisogna creare le condizioni per far crescere il settore della musica: "in particolare - ha concluso - dobbiamo rendere più forte il nostro sistema di proprietà intellettuale".

Il Consiglio di Stato conferma la condanna delle Major discografiche: la Fismed Confesercenti vince una importante battaglia Le major discografiche dovranno risarcire i danni provocati agli stessi commercianti di dischi.
Con decisione del 21 novembre 2000 n. 108/2000, la Sesta Sezione del Consiglio di Stato ha confermato in via definitiva la legittimità della delibera 9 ottobre 1997, mediante la quale l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha sanzionato le major discografiche operanti in Italia per aver posto in essere tra di esse una pratica concordata finalizzata a falsare la concorrenza sul mercato discografico nazionale. Al riguardo, giova ricordare che la pronuncia del Consiglio di Stato conclude un complesso iter procedimentale iniziato nell'ottobre 1996, allorché l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha avviato un'istruttoria nei confronti delle società discografiche in oggetto volta a verificare l'esistenza di una intesa restrittiva della libertà di concorrenza vietata dall'art. 2 della legge 10 ottobre 1990 n. 287. E' opportuno segnalare, altresì, che all'intero iter procedimentale ha preso parte attivamente pure la Fismed, la quale sin dal luglio 1997 è intervenuta nell'istruttoria aperta dall'Autorità Garante. chiedendo ad essa di accertare la sussistenza di una intesa illecita fra le medesime major e di reprimerla a norma di legge. In particolare, nel corso della suddetta istruttoria, la Fismed ha avuto modo di evidenziare, fra l'altro, come i prezzi di listino e le condizioni contrattuali praticati dalle società discografiche presentassero un elevato grado di uniformità. Con delibera del 9 ottobre 1997, l'Autorità Garante stabiliva che le società discografiche, "partecipando ad una pratica concordata avente per oggetto e per effetto di falsare in maniera consistente la concorrenza sul mercato discografico in Italia, mediante la definizione di una struttura e un livello uniforme dei prezzi praticati ai rivenditori", avevano violato l'art. 2 della legge 287/90. Al contempo, la medesima Autorità ordinava alle predette società l'immediata cessazione della infrazione accertata, irrogando a ciascuna di esse sanzioni amministrative pecuniarie di rilevante entità. Avverso tale delibera le major proponevano, dapprima, ricorso al TAR del Lazio, che lo respingeva con sentenza n. 873/99, e, successivamente, appello innanzi al Consiglio di Stato che, per l'appunto. con la decisione n. 108/2000, ha respinto entrambe le impugnazioni, condannando le stesse major al pagamento delle spese di lite anche in favore della Fismed. La pronuncia n. 108/2000 del Consiglio di Stato assume particolare importanza non soltanto perché impone alle società discografiche di astenersi dal tenere comportamenti "anticoncorrenziali" a danno anche dei rivenditori al dettaglio di prodotti fonografici, ma pure perché accerta in via definitiva l'esistenza di una intesa restrittiva della concorrenza che, in quanto vietata dalla legge n. 287/90, obbliga le major discografiche a risarcire i danni provocati agli stessi rivenditori. Tanto equivale a dire che, sulla scorta della decisione n. 108/2000, gli esercenti di prodotti fonografici hanno titolo a ottenere riparazione per la contrazione dei loro volumi d'affari patita a seguito dell'intesa restrittiva della concorrenza realizzata dalle major e sanzionata dall'Autorità Garante.

La recente decisione del Consiglio di Stato che ha confermato le sanzioni imposte dall'Antitrust alle major discografiche, pone l'esigenza di aprire un confronto immediato fra i rappresentanti dei negozianti di dischi e le aziende produttrici. La sentenza in questione, ha aperto la possibilità ad ogni singolo esercente, di poter rivendicare il risarcimento del danno economico subito. Pertanto, riteniamo doveroso che si apra con urgenza un tavolo di confronto dove poter valutare tutti gli elementi discendenti dalla decisione del Consiglio di Stato, compresi i problemi che hanno prodotto tale esito. A questo proposito Fimed-Confesercenti ha ritenuto opportuno formalizzare tale determinazione con una richiesta ufficiale trasmessa alla Fimi che di seguito riportiamo:
TELEGRAMMA -Relativamente at decisione 21 novembre 2000, n. 108/2000, Sesta Sezione Consiglio di Stato, che habent legittimato in via definitiva, sanzioni at major discografiche motivate da pratica concordata at falsare concorrenza mercato, Fismed-Confesercenti ritiene urgente et opportuno incontro con Vostra Associazione at fine valutare conseguenze pratiche tale decisione. In attesa di concordare luogo et data incontro porgiamo distinti saluti. Norina Vieri, Presidente Nazionale Fismed-Confesercenti e Roberto Pietrangeli, Segretario Nazionale Fismed-Confesercenti"

Legge Musica: appello del settore delle attività musicali alle Istituzioni
Come una potente deflagrazione si è rapidamente propagata l'idea di fare qualcosa che servisse a sbloccare la legge sulla musica in questa legislatura. 31 associazioni che operano nel campo delle attività musicali, hanno deciso di sottoscrivere un "Appello a tutte le Istituzioni" del Paese, per fare opera di sensibilizzazione circa l'esigenza non più rinviabile di dotare il settore di strumenti normativi più avanzati e in grado di corrispondere alle attese.
L'appello è stato inoltrato al Presidente della Repubblica Ciampi, ai Presidenti di Senato e Camera, Mancino e Violante, al Presidente del Consiglio Amato, a tutti Capi Gruppo parlamentari, ai componenti le Commissioni Cultura e Lavoro della Camera dei Deputati, al Ministro per i Beni Culturali e del Lavoro, Melandri e Salvi ed a tutti i Segretari e Presidenti dei Partiti politici. Di seguito riportiamo il testo integrale dell'appello.
"Cortese Presidente, Onorevoli Deputati e Senatori, le scriventi Associazioni nazionali di categoria, operanti nel settore delle attività musicali, hanno deciso di rivolgere questo appello ai rappresentanti delle maggiori Istituzioni italiane, a sostegno della rapida approvazione della Legge di "Disciplina delle Attività Musicali" (atto Camera n° 7307).
L'appello si propone l'obiettivo di "conquistare" in questa legislatura questa legge, che interessa tutto il settore musicale e dello spettacolo in genere, che attualizza l'intera legislazione di settore, ormai obsoleta, armonizzandola con la legislazione europea e addivenire quindi ad una attenta strategia di governo che restituisca al settore stesso la capacità di competere, sia culturalmente che economicamente, nel mercato nazionale ed internazionale.
L'Industria della Comunicazione e dello Spettacolo, perché di questo si tratta, necessita ormai improrogabilmente di un'attenzione quantomeno pari agli ingenti movimenti economici che la caratterizzano, superiori, in tutti i Paesi più industrializzati, perfino alle industrie del turismo e dell'automobilismo.
Occorre urgentemente una legislazione moderna che sia di volano allo sviluppo del settore, che promuova nuova occupazione, che disciplini meglio la consistente ma per lo più precaria occupazione oggi esistente e che tuteli l'identità culturale del nostro Paese nonché il valore, anche economico, della nostra produzione artistica.
Purtroppo abbiamo il timore che i provvedimenti legislativi all'esame del Parlamento rischino un nulla di fatto. L'attesissima nuova legge sulla disciplina delle attività musicali è ancora ferma nella Commissione Cultura, Scienza e Istruzione della Camera dei Deputati, mentre nella Commissione Lavoro della stessa Camera, non riesce a prendere quota la proposta di legge riguardante il lavoro e l'inquadramento giuridico dei musicisti, nonostante gli impegnativi pronunciamenti dell'UNESCO e del Parlamento europeo. Questo insoddisfacente stato di cose siamo costretti a registrarlo quando al termine della legislatura mancano ormai soltanto poco meno di 2 mesi.
Il comparto dello spettacolo popolare contemporaneo aveva visto con molto favore lo sviluppo di queste iniziative parlamentari promosse dai Governi che si sono succeduti nel corso di questi quattro anni. Le due proposte di legge avevano suscitato molto entusiasmo nelle categorie coinvolte, perché avevano lasciato trasparire la possibilità di favorire un sostanzioso avanzamento della normativa di settore, rendendola adeguata alle profonde mutazioni intervenute nel frattempo, con nuove professionalità artistiche e nell'organizzazione dello spettacolo.
Con questa lettera le Associazioni firmatarie, rivolgono un pressante appello alle massime Istituzioni del Paese affinché per il DDL sulla musica venga decisa al più presto la sede legislativa, nell'ambito della Commissione Cultura, con la speranza che in questo modo si creino le condizioni affinché, dopo i miglioramenti che si riterranno opportuni, possa essere rapidamente approvato.
Illustrissimi Presidenti, Onorevoli Deputati e Senatori, ci permettiamo di chiedere un forte impegno anche per i musicisti, data la crescente tendenza nella maggior parte dei settori artistici alla precarietà dell'impiego e all'insicurezza delle condizioni di lavoro: In questa sede vogliamo riaffermare che nessun musicista dovrebbe essere discriminato in termini di adeguamento equo delle norme relative agli oneri fiscali, previdenza sociale e libertà di associazione in ragione del proprio particolare status lavorativo e riconoscere alle associazioni degli operatori dello spettacolo il diritto alla contrattazione, nonché quello di essere associati ai processi decisionali di qualsiasi natura che coinvolgano gli interessi della categoria.
Favorire una prospettiva di maggiore chiarezza nelle condizioni di lavoro degli operatori dello spettacolo è indispensabile se si vuole contribuire al superamento dello stato di sfiducia e frustrazione che caratterizza il comparto. Un segnale importante in questa direzione potrebbe essere rappresentato dalla approvazione della legge relativa al lavoro ed all'inquadramento giuridico dei musicisti e degli altri operatori dello spettacolo, come ad esempio le agenzie di spettacolo, attualmente all'esame della Commissione Lavoro Pubblico e Privato della Camera dei Deputati.
In buona sostanza i musicisti e gli operatori del settore non chiedono soldi, ma nuove regole che non costano allo Stato ma che, viceversa, porteranno nelle casse dello Stato introiti consistenti; nuove regole in grado di favorire una crescita professionale e artistica della categoria e di contribuire a rendere più efficiente e più moderno un settore che in altri Paesi, come ad esempio l'Inghilterra, è stato capace, anche attraverso gli indotti, di portare ripetutamente a pareggio la Bilancia dei Pagamenti dello Stato.
Rimaniamo, a questo punto, in fiduciosa attesa, con la speranza che il Parlamento ed il Governo riescano a concretizzare questi preziosi obiettivi. Nel ringraziarVi per la cortese attenzione Vi preghiamo di gradire i nostri saluti più cordiali.
L'appello è stato sottoscritto dalle seguenti associazioni: Coram, Forum dello Spettacolo, Assomusica, Fimi, Premio Tenco, Afi, Fismed, Vendomusica, Aiat, Osa, Anat, Sos, Arci, Unasp, Audiocoop, Assoartisti, Aips, Silb, Acep, Ali, Amj, Ans, Ariacs, Asae, Cambia Musica!, Ciac Musica, Ctsis, Cni, Pro Arte, Side, Uncalm.

Prezzi "speciali", concorrenza sleale: la Fismed denuncia una situazione insostenibile
In merito alle numerose campagne promozionali scatenate dalle major, che provocano una situazione di forte disagio fra i negozianti di dischi, la Fismed ha deciso di scrivere al Presidente del Consiglio, Giuliano Amato, ai Ministri Giovanna Melandri (Beni Culturali) e Enrico Letta (Industria e Commercio), ai Presidenti delle Commissioni Attività Produttive e della Cultura di Camera e Senato ed alla Fimi, per sollecitare una azione che favorisca il superamento di un mercato per nulla concorrenziale.
"Gentile Presidente, Onorevoli Ministri, Cortesi Parlamentari, la scrivente Federazione ritiene opportuno intervenire relativamente ad alcune iniziative commerciali promosse da giornali e settimanali (in particolare l'Espresso, TV Sorrisi e Canzoni, La Repubblica, ecc.), poiché si tratta di casi in cui il supporto musicale viene offerto ai lettori a £ 9.900, più il costo della rivista.
A questo riguardo, la Fismed Confesercenti, sente il bisogno di precisare alcune delle "anomalie" che si stanno evidenziando con queste iniziative: ad esempio il CD "Abraxas" di Santana della Sony, offerto da La Repubblica a £ 9.900, è presente nei negozi in "Nice price" con il prezzo indicativo al pubblico di £ 25.000, mentre al rivenditore la Sony lo fa pagare £ 15.000 più IVA al 20%. Ciò è inaccettabile essendo il supporto musicale identico nella confezione e, soprattutto, nei contenuti. Francamente ci sfuggono i motivi che sono alla base di queste "magie" sui prezzi.
Così come non riusciamo a spiegarci perché questi CD, offerti insieme a delle riviste o giornali, viene applicata una aliquota del 4%, quando invece la normativa fiscale prevede chiaramente che l'aliquota IVA, in questi casi, deve essere determinata dal prodotto che "pesa" di più sul prezzo: in questi casi, è fuor di dubbio che il prodotto più costoso è il CD musicale e, quindi, si deve applicare l'aliquota IVA del 20%. Ci preme, inoltre, far presente che l'offerta speciale di "Ok Musica" (Mondolibri S.p.a.), di "tre CD a sole 24.900 lire", fatta su settimanali di grande tiratura (Musica, Gente, ecc.), comprende quasi tutti supporti recentissimi usciti nell'ultimo semestre del 2000, alcuni dei quali, peraltro, ancora presenti nelle classifiche discografiche.
Sottolineiamo, a questo proposito, che il costo al rivenditore di tutti questi supporti si attesta dalle 26.000 alle 28.000 lire cadauno.
Tali supporti con il ricarico medio, vengono messi in commercio con un prezzo che oscilla fra le 35.000 alle 40.000 lire cadauno.
A nostro giudizio queste iniziative possono configurarsi come concorrenza sleale verso la categoria e turbativa nei confronti del consumatore, che viene indotto a credere che i nostri associati pratichino dei prezzi ingiustificati. La categoria non è più disposta ad accettare la logica perversa "dei due pesi e due misure".
La Fismed Confesercenti non vuole precludere la possibilità che il mercato articoli proposte commerciali più "suadenti" e, tuttavia, non può non denunciare uno stato di cose che tende ad accentuare le difficoltà in cui si trova ad operare la categoria, che si trova sempre più "compressa" fra le "vessazioni" delle major discografiche e le "novità" tecnologiche della "rete" che permettono a molti utenti di fruire gratuitamente di brani musicali.
Infine, una riflessione si impone: se dovessimo seguire la logica dei prezzi condotta nei casi prima richiamati, dovremmo dedurre che il costo vero dei supporti musicali è inferiore alle 10.000 lire.
Abbassare il prezzo è una nostra battaglia di sempre e, a conferma di ciò, rileviamo che l'offerta di "OK Musica" viene sostenuta anche dalla FPM (Federazione contro la Pirateria Musicale"), il che mette in evidenza la preoccupazione delle major verso i consumatori, i quali, da tempo, denunciano il prezzo eccessivo dei supporti musicali.
Crediamo sia giunto il momento di "monitorare" seriamente i prezzi di questi prodotti, così come si era impegnato a fare il Ministro dell'Industria, Pierluigi Bersani, che nella riunione del novembre 1999 aveva proposto a tutti gli operatori del settore discografico, un "tavolo" con questo preciso obiettivo.
Pertanto, come Fismed auspichiamo che il ministero dell'industria "rivitalizzi" questo impegno in modo da creare le condizioni che permettano al settore di crescere sul piano imprenditoriale e concorrenziale."
Norina Vieri, Presidente Nazionale Fismed-Confesercenti
Roberto Pietrangeli, Segretario Nazionale Fismed-Confesercenti"

Gestori di Videoteche e Negozianti di Dischi ricevuti dalla SIAE

Si è svolto un incontro di Anvi e Fismed, presso la SIAE, al quale hanno partecipato Norina Vieri, Presidente nazionale della Fismed, Enrico Landini, Presidente nazionale di Anvi-e Roberto Pietrangeli, Segretario nazionale delle due associazioni che fanno riferimento alla Confesercenti. La riunione ha permesso di affrontare alcuni problemi connessi alla applicazione della legge 248/2000 sul diritto d'autore, con particolare riferimento alle iniziative che possono essere attivate per una comune azione di contrasto della pirateria nel comparto degli audiovisivi. Sono stati poi affrontati alcuni aspetti legati alla "bollinatura" dei supporti audiovisivi che, in alcune circostanze (dimostrazioni del prodotto e controlli), creano serie difficoltà al lavoro quotidiano di queste categorie. Al riguardo Fismed e Anvi, hanno sostenuto la necessità che i bollini da utilizzare devono essere consegnati e applicati laddove si produce e confeziona il prodotto, anche se ciò avviene in un Paese estero. Infine, si è posta l'esigenza di un confronto "ravvicinato" con il Sottosegretario alle Comunicazioni e l'Editoria, on. Vannino Chiti, al fine di valutare alcuni aspetti di interesse delle due categorie, nella fase di stesura del regolamento di attuazione della legge 248, la cui emenazione è prevista per il prossimo mese di marzo.

Arriva un Napster anche per il cinema. L'hacker Jerome Rota e tre suoi colleghi stanno per lanciare DivX;-)Deux.

Quattro giovani "cavalieri" di Internet fanno tremare Hollywood. L'assalto viene dall'hacker francese Jerome Rota e da tre suoi colleghi (del Progetto Mayo), che si apprestano a lanciare DivX;-) Deux: la versione commerciale di un formato di compressione che permetterà a chiunque di scaricare sul proprio computer due ore di film in Dvd, cioè ad alta risoluzione, in meno di 45 minuti. Jerome Rota, 27 anni, che si firma on line come Gej, è l'inventore del formato originario DivX;-) che (letto al contrario) strizza l'occhio alle major evocando I'incubo del formato VidX, condannato in agosto dai tribunali Usa. Per i fan, Rota è un eroe come Shawn Fanning, l'inventore di Napster, il sistema per scaricare brani musicali. E se Rota e soci hanno ragione, gli stessi studi tra breve busseranno alla loro porta con gli assegni in mano, proprio come è accaduto con Napster.

Progetto Mayo comunque ha già rastrellato capitali in abbondanza: 5 milioni di dollari l'anno scorso e altri 7-10 milioni di dollari a febbraio. Con questi soldi, sotto il marchio DivXNetworks, sarà lanciato DivX;-) Deux, un formato capace di comprimere un video di due ore ad alta definizione in un file da scaricare attraverso una connessione veloce alla rete in forma digitale e meno di tre quarti d'ora.

Immaginate un catalogo di dieci milioni di film da cui scegliere un titolo e scaricarlo nel tempo necessario ad andare al più vicino Blockbuster: questo scenario di video a richiesta dell'era Internet, è una fantasia su cui un gigante come Warner Bros lavora da 15 anni con scarso successo. Perché Divx-Networks dovrebbe riuscire dove altri hanno fallito? Secondo la rivista di settore RedHerring.com, perché Rota e i suoi hanno un seguito fanatico di hackers cinefili che in un anno hanno scaricato l2 milioni di copie del software e copiato in DivX;-) successi recenti, come Charlie's Angels, proiettati gratis su oscuri siti web.

DivX;-) è emerso alla pubblica attenzione l'anno scorso quando la Motion Picture Association of America fece causa a Johansen. Hollywood aveva vinto la causa, ma la pubblicità aveva attirato clienti a DivX;-) e coagulato i finanziamenti attorno ai quattro fondatori del Progetto Mayo e al loro modello di business ideato in modo da non incorrere nei rigori della legge. I video sarebbero scaricaribili con pagamento su carta di credito o spendendo punti denominati "buku" che si guadagnano cliccando su pubblicità prestabilite. E i primi clienti sarebbero le agenzie di pubblicità: potrebbero mostrare i video-clip ai clienti via DivX-;) anziché spedirli. Poi i privati, per mostrare agli amici i video dell'ultimo viaggio: e i registi indipendenti per promuoversi da soli sul web. ( da La Repubblica)

Assemblea Annuale Anat: un confronto sulle prospettive del ruolo dell'Agente di spettacolo

Si è svolta a Riccione il 22 e 23 gennaio 2001, l'Assemblea Annuale dell'Anat, associazione che opera e organizza da tempo gli Agenti che promuovono intrattenimento e spettacolo di spettacolo, nel nostro Paese. Il presidente Dino Vitola ha introdotto i lavori, ha poi preso la parola il Segretario Generale Gianni Mengoni che ha relazionato su alcuni punti, con particolare riferimento alla presenza di Anat nel Forum dello Spettacolo; l'importanza dell'approvazione da parte della Camera dei Deputati della legge sulle attività musicali e la presentazione del nuovo segretario amministrativo Lorenzo Paolucci. Nell'occasione è intervenuto il Coordiantore nazionale del Forum dello Spettacolo, Roberto Pietrangeli, che ha illustrato i punti qualificanti del DDL sulle attività musicali all'esame della Commissione Cultura della Camera dei Deputati e, in particolare si è soffermato nel merito dell'articolo 37, il quale demanda al Governo la predisposizione di un Decreto Legislativo di disciplina dell'attività di Agente di spettacolo, recuperando alcuni criteri e principi direttivi quali:
a) definizione dell'agente di spettacolo, quale soggetto che svolge un'attività nel territorio dello Stato consistente nella prestazione di assistenza, organizzazione, consulenza, tutela e rappresentanza in favore di artisti dello spettacolo;
b) istituzione del registro nazionale degli agenti di spettacolo, tenuto presso il Ministero per i beni e le attività culturali, i cui oneri, anche di gestione, restano ad esclusivo carico degli iscritti;
c) possibilità di iscrizione nel registro dei cittadini italiani, dei cittadini di altri Stati membri dell'Unione europea, ed eventualmente degli stranieri residenti in Italia, anche con previsione di distinte sezioni e requisiti di accesso;
d) previsione che l'iscrizione nel registro sia subordinata al superamento di un esame di idoneità, indetto con le forme e le modalità stabilite dalla commissione di cui alla lettera e), prevedendo distinte sessioni per i cittadini di altri Stati membri dell'Unione europea;
e) istituzione della commissione nazionale per il registro degli agenti di spettacolo, avente compiti di regolamentazione e di vigilanza in ordine al corretto svolgimento dell'attività da parte degli iscritti al registro, anche mediante l'adozione di codici deontologici, con disciplina della sua composizione e delle relative modalità di funzionamento;
f) definizione degli illeciti disciplinari degli agenti di spettacolo ed attribuzione alla commissione di cui alla lettera e) del potere di applicazione delle sanzioni disciplinari della radiazione dal registro e della censura, con disciplina del relativo procedimento in modo da assicurare il contraddittorio con l'interessato;
g) affidamento alla commissione di cui alla lettera e) di compiti di organizzazione di attività associative, di formazione iniziale e aggiornamento professionale degli iscritti e di promozione dell'attività degli agenti di spettacolo in Italia e all'estero;
h) previsione della forma scritta, a pena di nullità, per ogni contratto concluso tra l'agente di spettacolo e gli artisti;
i) obbligo dell'agente di conservare il segreto sulle notizie riguardanti gli artisti in favore dei quali egli svolge la propria attività, conosciute nell'esercizio o a causa di questa.

Analogo approfondimento ha interessato il Testo Unificato all'esame della Commissione Lavoro della Camera dei Deputati, dove si affronta il nodo dell'inquadramento giuridico dei musicisti e degli Agenti. Anche qui sono stati messi in evidenza alcuni dei principi più importanti, quali:
• L'introduzione del principio di lavoro "intermittente" nel lavoro dei musicisti e degli altri operatori dello spettacolo popolare contemporaneo;
• si prevede un regolamento di attuazione che sarà predisposto da un'apposita commissione mista formata dai ministeri interessati e dai rappresentanti di categoria;
• si introduce "l'elenco speciale professionale" dei musicisti e tecnici...,ecc.;
• si recupera il "foglio di ingaggio" mutuando un'esperienza già attiva in Francia che si può tradurre in una sorta di "busta paga";
• viene consentito di richiedere il "certificato di agibilità" anche al singolo artista;
• la durata del certificato di agibilità può essere di un anno, rinnovabile nel caso non vi fossero controindicazioni.
Una riflessione è stata poi svolta su alcuni elementi che hanno caratterizzato la Legge Finanziaria 2001, la quale ha introdotto la "Vigilanza contributiva". Vigilanza che, sommata agli accordi di convenzione stipulati da Inps e Enpals con la Siae, produrranno una maggiore incisività nei controlli dedicati alla verifica della regolarità dei rapporti di lavoro, dei lavoratori dello spettacolo. Infine, è stato sottolineato in alcuni interventi, il valore dell'unità di categoria come elemento fondante per il conseguimento di alcuni obiettivi qualificanti. Al riguardo si è rivolto un invito alle altre associazioni degli Agenti, affinché si trovino insieme le ragioni che possono rafforzare l'unità della categoria.

AssoArtisti contacts: tel. 0647251, 064746556

AssoArtisti News.. TOP..... archives index



FUTURE STYLE


february 2001 issue 90

DAFT PUNK
Il duo parigino ha cominciato a fare musica solo qualche anno fa e il loro ingresso ufficiale nelle charts europee è stato subito trionfale. Guy-Manuel De Homern Christo e Thomas Bangalter, alias Daft Punk, amici da lungo tempo, ispirati dal rock'n roll di Andrew Weatherall, giovanissimi, hanno cominciato a comprare apparecchiature musicali allo scopo di assemblare uno studio di registrazione da utilizzare per le loro composizioni. Come molti coetanei, lo hanno installato nelle loro camere da letto ed hanno cominciato a 'giocare' con suoni, campionatori, mixer, computers .... La prima collaborazione discografica è con una label indipendente specializzata in dance, la Glasgow's Soma Records, e i primi mix stampati incontrano subito il favore di molti fans catturati dalla carica rock coniugata con la tecno, dei loro brani. Il successo del singolo 'Da Funk' li vede convolare a nozze con la Virgin Recors, sempre pronta a cogliere sul nascere i nuovi talenti.
In classifica attualmente con 'One More Time', ces deux bonhommes hanno presentato al recente Midem di Cannes (Francia) la nuova prossima uscita. Il titolo del lavoro è "Discovery", ma non sarà un semplice CD. Inclusi troverete: software, una socio-card e il link del nuovo sito WEB (Daft Club) che permetteranno ai fans di accedere a contenuti musicali inediti ed esclusivi e a downloads fino a 31 dicembre 2002. Numerose e in continuo aggironamento le sorprese digitali che troverete nel loro nuovo sito, attualmente ancora 'coming soon'.

Albums:
Homework (1997)
songs: Daftendirekt, WDPK 83.7 FM,
Revolution 909, Da Funk, Phoenix,
Fresh, Around The World, Rollin' & Scratchin',
Teachers, High Fidelity, Rock'n Roll,
Oh Yeah, Burnin', Indo Silver Club, Alive, Funk Ad

Singles:
One MOre Time
Around The World
Around The World
Burnin
Da Funk
Revolution 909

Soundtracks:
The Saint

DAFT PUNK.. TOP..... archives index



FUTURE STYLE


february 2001 issue 90

 Fluke: "doing what we do isn't a job, it's a way of life"


Fluke: Mike Bryant (Michael James Bryant, 1 May 1960, England), Michael Tournier (Michael James Tournier, 24 May 1963, England) e Jonathan Fugler (13 October 1962, England). Sono cresciuti insieme alla periferia di Londra condividendo la stessa casa e muovendo i primi nella musica.

The story

Fugler e Tournier nell'86 erano insieme in una band: Jonathan cantava, suonava la chitarra e cercava di imitare al massimo Robert Fripp; con loro c'erano anche un tastierista, un violinista, un bassista e un 'Roland Drumatix'. Quando la band si sciolse i due continuarono a collaborare passando il tempo su drum-machine, tastiere, chitarre, su un DX7, un Roland Juno 106, un Casio CZ3000, un computer Yamaha CX5M che aveva anche un generatore FM interno, un campionatore Akai S-700. Nel 1988 divennero Fluke, ma non ci fu mai un vero e proprio momento in cui pensarono di diventare totalmente elettronici. Ma era il tempo dell'acid house ed essi amavano la musica che ascoltavano nei clubs e cominciarono a pensare che erano già in possesso di alcune delle macchine necessarie per fare quel tipo di sound. Incrementarono il loro equipaggiamento con sequencers Alesis MMT8,con una drum machine HR16, con un piccolo Seck e cominciarono a suonare in piccoli locali. Uscì la loro prima white label 'Thumper' segita da 'Joni'. Già con le white labels suscitarono abbastanza interesse, tanto che Alan McGee della Creation Records addirittura pubblicò i loro demo come primo album.: "The Techno Rose Of Blighty". Con la Creation uscì anche il singolo 'Philly'; i lavori ebbero grande attenzione da parte della stampa e ci fu un cambio di scuderia: dalla Creation alla Circa Records (della Virgin Records) nell'aprile '91. Dopo il contratto con Circa, i Fluke decisero di lasciare Londra e di trasferirsi a Bledlow Ridge vicino High Wycombe in una tenuta di proprietà al batterista ex Police, Stewart Copeland. Qui cominciarono a lavorare sul progetto "Six Wheels On My Wagon". Ma, si sa, la tranquillità fa brutti scherzi: l'aria di campagna, il silenzio, la voglia di dorminre finoa tardi ..... insomma dovettero traslocare in un posto più adeguato a tenere la gente sottopressione. Arrivarono ad installarsi a Londra, vicino agli uffici Virgin. Dal 93', dopo l'eltrata in classifica nelle Top 40 UK Charts dell'album "Six Wheels", I Fluke cominciarono ad essere richiesti come remixers:.Furono tutti successi i remix di "Spooky" dei New Order, di "Two Tribes" dei Frankie Goes To Hollywood, di "Big Time Sensuality" di Bjork. Fu talmente grande il succeso che la stessa Bjork li volle con lei all' European MTV Awards in Germania. Nell'aprile del '94 uscì 'Bubble', il loro primo singolo entrato nelle UK charts supportato da un tour e da apparizioni a diversi festival europei. Nel giugno '95 entra in classifica il singolo 'Bullet' (estratto dal loro terzo album "Oto") seguito a dicembre da un'altra entrata in classifica con il singolo 'Toot'. Nel '97, tra un festival con David Bowie e Proigy e un remix per gli Smashing Pumpkins ('The End Is The Beginning Is The End...') trovano anche il tempo per finre e pubblicare l'album "Risotto". Il singolo estratto 'Atom Bomb' è una vera esplosione: trasmesso da tutte le radio, è anche on air su MTV UK e US riuscendo così a conquistare una più ampia fetta di fans. E con tali consensi arriva anche,nell'autunno del '97, il tour negli States: "The Electric Highway". Entra nuovamente in classifica un altro single: ""Absurd" (con i remixes di Headrillaz e The Mighty Dub Katz aka Norman Cook/Fatboy Slim).


Equipaggiamenti utilizzati:
Pwer MAc
Protools
Alesis ADTA (per i lives)
Akai S1100
Akai Expander
Akai S3200XL
Alesis QuadraVerb
Clavia Nord Lead
Emu E4
E-mu e6400
E-mu Morpheus
E-mu Proteus 1 module
Eventide Ultra Harmoniser
Korg M1
Roland MKS-50
Roland R-8M
Roland D-50
Roland CR-8000 drum machine
Roland GR-50 Guitar Synth
Roland Juno 106
Peavey Analog Filter
Sequential Circuits Pro One
Sherman Filterbank x2
Sony DPS M7
Soundtracs Jade desk
Yamaha DX7
Yamaha TX812
DOD Envelope Filter
Electro-Harmonix Hot Tubes
Electro-Harmonix Sequencer
Rockman Guitar DI
SansAmp GT 2 (simulatore di amplificatore valvolare)
Ma, si sa, gestire tali configurazioni non è poi così semplice ed immediato ..... installi l'ultima novità e il sistema non và ....... questo va in conflitto con quello e tuttto tace. E' per questo che i Fluke sono andati alla ricerca di un collaboratore esterno, un esperto di hard e soft; ci hanno messo tre anni ma alla fine lo hanno trovato. L'esterno 'esperto' risolve ogni problema che si presenta con il Power Mac, con un controllo remoto via Modem.


Discografia - (albums)

Risotto: Settembre 1997

Oto : Luglio 1995

The Peel sessions: Ottobre 1994

Six wheels on my wagon: Ottobre 1993

Out: Novembre 1991


Discografia - (singoli)

Squirt : Settembre 1997

Absurd : Mggio 1997

Atom bomb: Novembre 1996

Tosh: Dicembre 1995

Bullet: Giugno 1995

Groovy feeling : Agosto 1993

Electric guitar : Giungo 1993

Slid: Marzo 1993

Philly: Settembre 1990

FLUKE.. TOP..... archives index



FUTURE STYLE


february 2001 issue 90

NIGHTWAVE 2001 MUSICA, TENDENZE E CLUB CULTURE

24 - 27 marzo 2001

LUOGO:Fiera di Rimini (nuova sede)

ORARI APERTURA: dalle ore 16.00 a mezzanotte

PERIODICITA': Annuale - sesta edizione

ORGANIZZAZIONE: Ente Fiera di Rimini - 47900 Rimini (Italy)
tel. (++39) 0541 711 711 - fax (++39) 0541 711 243

NUOVE OPPORTUNITA' NEI NUOVI SPAZI DI RIMINI FIERA

I nuovi padiglioni della nuova sede del quartiere fieristico Fiera di Rimini, che verranno inaugurati nel gennaio 2001, di concezione avanzatissima e tecnologicamente all'avanguardia, consentiranno un'ottimale modulazione degli spazi e una disposizione delle aree spettacolari e tematiche estremamente funzionale alle esigenze degli espositori e al flusso dei visitatori. Saranno creati gli speciali settori: Fashion Show, Performance Lab, Future Hall, Disco Wave.


ESPOSITORI

Previsti oltre 200 espositori (8% stranieri) principalmente dei settori musica, moda, cosmetica, tecnologie, food & beverage, motori, media, prodotti e servizi innovativi per il target giovani.

TARGET VISITATORI

Evento mirato ai giovani, in particolare al target group dei trend-setter, opinion leader giovanili in grado di influenzare con le loro scelte un ampio numero di consumatori. Previsti oltre 90.000 visitatori (6% stranieri) registrati all'ingresso, soprattutto: DJ, speaker radiofonici, Permanenza media: 2 giorni - Età dei visitatori: dai 18 ai 35 anni.

INGRESSO

Manifestazione aperta al pubblico. Ingresso riservato ai maggiori di anni 17. I media coinvolti e gli espositori veicoleranno oltre 850.000 inviti gratuiti personalizzati.

INIZIATIVE SPECIALI

•SFILATE: nella sala 'Fashion Show' da 300 posti a sedere, sfilate ed eventi speciali continui.

•CONCERTI: nell'arena 'Live Show' da 2.000 posti saranno organizzati eventi musicali continui.

•EVENTI-SPETTACOLO: nella sala Art & Performance Show saranno organizzati spettacoli e performance artistiche a ciclo continuo.

•WORKSHOP: nelle tre sale attrezzate, anche per traduzione simultanea, saranno organizzati appuntamenti su tematiche legate a: musica, moda, ricerche di mercato, tendenze e culture giovanili.

•MOSTRE ED ESPOSIZIONI: saranno organizzati appuntamenti sulle nuove tendenze. Le iniziative speciali prevedono anche la collaborazione attiva degli espositori interessati.

IN VETRINA

•MUSICA: Home Video, Locali e Club, Organizzatori di concerti, Radio e TV.

•FASHION: Moda, Beach Wear, Underwear, Calzature, Body Art, Hair and Make up, Occhiali, Orologi e Gioielli, Profumi e Cosmetici.

•ALIMENTAZIONE: Alcolici, Birra, Chewing Gum e Caramelle, Caffè, Gelati, Soft drink, Snack, Alimentazione naturale e dietetica, Latte e Yogurt.

•ATTIVITA' SPORTIVE E MOTORI: Abbigliamento, Attrezzature sportive, Auto e Moto, Integratori energetici.

•HI-TECH: Computer e Software, Impianti Hi-Fi, Telefoni cellulari, Internet.

•VARI: Arredamento e design, Media, Tour Operator.


IL TEAM DI NIGHTWAVE 2001

•Nicola Ticozzi - Coordinamento Generale tel. (++39) 02782035 - fax (++39) 02783911

•Gabriella de Girolamo - Product Manager tel. (++39) 0541711513 - fax (++39) 0541711243 / e-mail

•Cristina Corbelli - Segreteria Organizzativa e Assistenza Espositori
tel. (++39) 0541711212 - fax (++39) 0541711243 /
e-mail

•Massimo Magnani - Servizi Tecnici tel. (++39) 0541 711237 - fax (++39) 0541711225

•Elisabetta Vitali - Responsabile Ufficio Stampa tel. (++39) 0541711510 - fax v(++39) 0541711243

NIGHTWAVE 2001.. TOP..... archives index



FUTURE STYLE


february 2001 issue 90

From Los Angeles winter NAMM 2001

ALESIS ADAT HD-24

Il sistema Adat è stato rinnovato con il nuovo 24-tracce, presentato al recente winter NAMM. Adat HD24 usa un metodo di scrittura su hard disk che fornisce 24 tracce audio a 24-bit su HD IDE.

44.1, 48 internal sample rates

Integrabile con i precedenti sistemi Adat

24 in-out analogici, 3x8 channels

Adat optical in-out

Midi In-Out, MTC out

10 connessioni base-T Ethernet

Adat syc in-out

Alesis LRC remote control

Alesis Italy contact : Casale Bauer, tel.(++39)051766648

ALESIS ADAT HD-24..TOP........... archives index



FUTURE STYLE


february 2001 issue 90

Roland BOSS SP 303 compact phrase sampler

L' evoluzione professionale del phrase sampler. SP 303 offre campionamento CD quality a 44.1 Khz, 8 voci di polifonia e ben 26 effetti digitali applicabili a piu' samples contemporaneamente o agli ingressi audio. Un nuovo Pattern Sequencer e' stato inserito per rendere l' SP 303 utilizzabile senza ulteriori connessioni o anche come drums machine.

Caratteristiche Tecniche

Compact phrase sampler, qualita' CD 44.1 Khz, 8 voci di polifonia

16 (8 X 2) samples on board + 16 (8 X 2) su card

26 effetti digitali dai classici FILTER e PITCH SHIFTER ai nuovi VINYL SIMULATOR, NOISE GENERATOR,

ISOLATOR e VOICE TRANS

Pattern sequencer (16 patterns on board)

Funzione di Re-Sampling

Stereo audio in e Mic in

Memoria espandibile attraverso SmartMedia card da 8 a 64 MB (3.3 V)

Importa files WAV e AIFF attraverso SmartMedia card (richiede un adattatore Smartmedia opzionale o un adattatore/card PCI)

Design studiato per un utilizzo facile ed immediato grazie anche ai pads luminosi e ai tre controlli in tempo reale.

Roland Italy: tel.(++39)02937781

Roland BOSS SP 303.. TOP..... archives index



FUTURE STYLE


february 2001 issue 90

DAR OPEN MEDIA RECORDER OMR 8

Registratore digitale a 8 tracce e stazione di editing

L'OMR8 è indicato per produzione e postproduzione audio: registrazione, editing e doppiaggio.

• Convertitori AD e DA a 24 bit integrati; la macchina può essere in ogni caso configurata full-digital con ingressi ed uscite digitali senza i convertitori: frequenze di campionamento supportate fino a 192 kHz.

• Ampia gamma di supporti utilizzabili: hard-disk, magneto ottici, Jaz; porta SCSI per l'interfacciamento con sistemi di archiviazione esterni.

• Compatibile con formati OMFi, Lightworks, AES31, native ProTools.

• Interfacce monitor SVGA e mouse integrate, per il controllo delle funzioni di editing.

• Possibilità di installazione schede per l'I/O digitale su formati AES/EBU o TDIF.

• I/O LTC e bifase integrati per la sincronizzazione con clock esterni anche in varispeed.

• Interfaccia per rete DNet da 100 Mbit.

• Totale compatibilità operativa con la SoundStation STORM.

• Funzioni di editing avanzate.

• Visualizzazione ad alta risoluzione e real-time delle forme d'onda attive.

Utilizzando più registratori OMR 8 connessi tra loro, è possibile definire un sistema SAM; quest'ultimo conserva tutte le caratteristiche funzionali ed operative di un singolo OMR 8 su un numero di tracce superiore (in altre parole è come avere un OMR 8 a X tracce).

Il sistema SAM offre:

• funzioni di editing e di controllo centralizzate sulla stessa interfaccia grafica di un singolo OMR 8;

• fino a 1024 tracce audio teoriche (128 OMR connessi);

• un sistema di locking preciso e robusto indipendente dal tipo di sorgente utilizzata (SMPTE, LTC o bifase).

-DAOHM01-BASE:

OMR 8 - Unità base

-DAOMH-EDIT:

EDIT CONTROLLER

• Controller remoto compatto

• Tasti funzione dedicati alle principali operazioni di editing per un intervento più veloce e flessibile

• Jog Wheel pesata per un controllo più preciso delle funzioni di posizionamento e trasporto

Opzioni drives

DAOMH0ZHD13 - Hard disk 13 tracce/ore

DAOMH0ZHD29 - Hard disk 29 tracce/ore

DAOMH0ZHD58 - Hard disk 58 tracce/ore

DAOMH0Z052 - Magneto ottico 5,2 GB

Opzioni I/O

DAOMH0ADC - ADC 8 canali 24 bit

DAOMH0DAC - DAC 8 canali 24 bit

DAOMH0AESIO - I/O AES/EBU 8 canali 96 kHz/24 bit


DAR Italy: Audio Equipment , tel. (++39) 039212221

DAR OPEN MEDIA RECORDER OMR 8.. TOP..... archives index



FUTURE STYLE


february 2001 issue 90


DBX DRIVE RACK

Drive Rack è un set di apparecchiature completo per la gestione di sistemi di altoparlanti ideato per sostituire integralmente le numerose apparecchiature utilizzate tra il mixer e gli amplificatori finali. Dotato di flessibilità e versatilità operativa, questo sistema si adatta a scenari applicativi differenti che vanno dalle installazioni al sound reinforcement, al monitoring.

La linea comprende 4 dispositivi:
- il processore master 480 con funzione di equalizzatore, x-over, analizzatore di spettro, ritardo di linea o allineamento, elaboratore di dinamica, in grado di controllare e riprogrammare un illimitato numero di unità slave;
- unità slave 481S e 482S, funzionalmente simili al processore 480 ma prive dell'interfaccia di programmazione;
- il remote control 480R, in grado di pilotare e programmare un numero illimitato di processori 480, 481S e 482S.

DBDR0480: 480 - Main Processor

• Processore principale della linea Drive Rack.

• 4 ingressi ed 8 uscite

• Varie funzioni ed algoritmi di elaborazione:

- Equalizzatore pre-crossover, grafico 31 bande o parametrico 9 bande per canale d'ingresso;

- Filtri notch, fino a 5 per canale d'ingresso;

- Speaker delay, fino a 680 ms per canale;

- Crossover multipli: 1x 2, 3, 4, 5, 6; 2x 3, 4, 5, 6, 7, 8; 3x 4, 5, 6, 7, 8; 4x 6, 8; filtri Butterworth; Bessel da 6 - 12 - 18 o 24 dB/ottava;

- Equalizzatore post-crossover; parametrico fino a 9 bande per canale d'uscita;

- Processori di dinamica: compressore e limiter peak stop plus dbx;

- Ritardo allineamento altoparlanti: fino a 170 ms per canale d'uscita;

- Generatore di rumore rosa.

• 2 analizzatori di spettro real time in grado di operare simultaneamente

• Controllabile e riprogrammabile da PC via RS232 o da dbx 480R Drive Rack remote

• Interfaccia MIDI

• Software interno aggiornabile

• I/O audio su connettori XLR bilanciati

• Acquisizione 24 bit, 48 kHz con algoritmo dbx TYPE IV

• 2 unità rack

DBDR0481S: 481S - Slave Unit

• Unità slave con tutte le caratteristiche operative e funzionali del processore 480 ma priva dell'interfaccia di programmazione sul

pannello frontale.

• La programmazione ed il controllo possono essere effettuati da un processore 480, dal remote 480R o da un PC esterno connesso

su RS232

• Più unità slave possono essere connesse e controllate, senza alcun limite di numero

• I/O audio bilanciati su connettore Euroblock

• 1 unità rack

DBDR0482S: 482S - Slave Unit

• Stesse caratteristiche dell'unità slave 481S ma con:

• I/O audio bilanciati su connettori XLR

• 2 unità rack

DBDR0480R: 480R - Remote Control Unit

• Controllo remoto master per l'intero sistema Drive Rack.

• Consente il controllo e la programmazione di più unità 480, 481S, 482S

• 31 fader motorizzati richiamano automaticamente i preset di equalizzazione per una o più unità in rete

• Possibilità di trasferire le configurazioni impostate anche a più unità contemporaneamente, sveltendo le operazioni di modifica

globale

• 32 pulsanti ad accesso veloce richiamano i preset ed i parametri più utilizzati

• Un ampio LCD frontale rispecchia esattamente il display dell'unità selezionata e sotto controllo

• Analizzatore di spettro real time incorporato

• Collegabile fino ad una distanza di 500 m dalle unità da pilotare

DBX Italy: Audio Equipment, tel. (39) 039 212221

DBX DRIVE RACK.. TOP..... archives index



FUTURE STYLE


february 2001 issue 90

From Los Angeles winter NAMM 2001


Emi 2/6 Emagic: 24-bit portable multichannel interface per USB

Key Features

USB audio interface with 6 playback and 2 input channels

6 analog outputs with 24Bit converters

2 analog inputs with 24Bit converters

1 coaxial S/PDIF digital stereo input

1 coaxial S/PDIF digital stereo output

44.1 and 48 kHz sampling rates supported

Compatible with -10 dBV and +4 dBu audio levels

Stereo headphone output

Status LEDs for all interface modes

Signal presence LEDs for all inputs and outputs

Zero-latency hardware monitoring

Low latency technology for real-time playing of sample instruments

Power supply via USB without need for additional cabling

Does not require any free PCI or other card slots

Dimensions: 34 x 192 x 114 mm (HxWxD)

Lightweight and portable

Hot plug capable: can be connected and disconnected without turning off the computer

Windows Millennium drivers for MME, DirectSound, EASI and ASIO

MacOS drivers for EASI and ASIO

Emi 2/6 Emagic.. TOP..... archives index



FUTURE STYLE


february 2001 issue 90

From Los Angeles winter NAMM 2001

EMU MP7 Emulator Phatt Command Station

Emu MP-7 Phatt Command Station:

13 pad keys

16 manopole di controllo

Ribbon Controller

Mo'Phatt Sound ROM più espansione

Sequencer multitraccia real time, step, grid

memoria ROM: 32 - 64 MB

Samples: 1200

Voci: 128

Presentato anche il modello desktop XL-7

Emu Italy: EKO, Tel: (+39) 0733-226271

EMU MP7.. TOP..... archives index



FUTURE STYLE


february 2001 issue 90

Hummingbird PCDJ

Studiato per liberare i DJs dal restrittivo modo di mixare vinile e CD, questo PCDJ offre una ulteriore possibilità di espressione più creativa e innovativa a quanti lavorano o si dilettano nell'area DJing.
Le tracce vengono storate in wav files stereo, a 16-bit, 44.1 kHz e rimandate in playback direttamente dall'hard disk. Una seconda sound card permette al DJ di ascoltare i loops prima di essere suonati.
Ma .... niente allarmismi, prego, PCDJ non sopprimerà cinicamente gli attuali 'available' DJs e non cambierà neanche molto rapidamente il loro archetipo. Ci vuole ben altro e di natura diversa dalla innovazione tecnologica, per arrivare a tanto.

Hummingbird PCDJ.. TOP..... archives index



FUTURE STYLE


february 2001 issue 90

From Los Angeles Winter NAMM

Korg KARMA
(Kay Algorithmic Realtime Music Architecture)
Sette anni di progettazione da parte di ingegneri, programmatori e musicisti scelti appositamente per il progetto KARMA (Kay Algorithmic Realtime Music Architecture, tecnologia licenziata da Stephen Kay della Karma Lab LLC) , la nuova music workstation della Korg presentata al winter NAMM. Synth ed effetti sono gli stessi di Triton, è compatibile con i suoni Triton e supporta le stesse espansioni opzionali PCM e MOSS, ha lo stesso sequencer del Triton ..... Dov'è la differenza ?, vi state già chiedendo. La disfferenza sta nella tecnologia 'advanced' Karma capace di generare phrases, grooves, effetti musicali che possono essere cambiati e randimizzati in tempo reale. Con un pannello frontale pieno di manopole e switches, tuti gli editaggi sono semplici e immediati: suoni, arpeggiatori, effetti, stesura di ritmiche e melodie, portamento, pitch bend ....
Karma è un 62-voci che utilizza una rinnovata HI (Hyper Integrated) sintesi, ha 425 multisamples PCM e 4113 drum sample per un totale di 32 MB. Ci sono 640 Ram user programs (384 precaricate), 256 Rom programs e 9 drum programs compatibili con con GM level 2. I drum programs possono selezionare tra 64 user drum kits (16 precaricati) e 9 GM drumkits. La modalità Combination permette di usare 8 programs e di assemblarli in split e layers, per un totale di 768 user Ram combination (384 precaricate).Oltre i suoni PCM già installati, Karma può ospitare le stesse espansioni accettate dal Triton cioè le opzionali EXB-PCM . Ognuna aggiunge 16 MB di suoni PCM con relativo assemblaggio degli stessi in programmi e combinazioni. Installabile anche l'opzionale EXB-MOSS (Multi-Oscillator Synthesis System) Synthesizer che, come già saprete, ha 13 tipi di oscillatori. Ogni opzione ha già un Banco predisposto onde evitare confusione.
Il sequencer è un 16 tracce con capacità di 20 mila note e 200 songs (999 misure per ogni song), con modalità real-time e step. La funzione RPPR (Realtime Pattern Play/Recording) permette di mandare in play back una frase premendo un singolo tasto. 150 i patterns di batteria e percussione disponibili. Una funzione Track Play Loop rende possibili i loop di determinate misure indipendentemente per ogni traccia. Presente una Cue List per assemblare 99 sequenze diverse in una Song.
Le Songs create sono salvabili in SMF (Standard Midi Files o in formato compatibile Triton. Il Song Play Mode manda in play back i files SMF direttamente dal floppy disk e contemporaneamente si può suonare il Karma stesso o usare le funzioni del Karma in sync il tempo del play back.
La sezione effetti ha 102 algoritmi, 5 insert effects, due master effetcts ed un equalizzatore a tre bande. Il routing degli effetti è flessibile , ogni suono può essere manipolato attraverso le varie combinazioni di essi e convolgiato ad ognuna delle 4 uscite.
Modulation e Effect Dynamic Modulation permettono di modulare parametri quali pitch, filter, amp, EG, LFO. Delay Time e LFO possono essere sincronizzati al clock Midi.
Le uscite audio sono Left e Right stereo (Lè anche mono) e due indipendenti pzer un totale di quattro. Oscillatori, drums, timbri/tracce e i segnali degli insert effects possono essere convogliati verso ogni uscita.


KARMA OPTIONS:

• EXB-PCM PCM Expansion Boards

• EXB-PCM01: Pianos/Classic Keyboards

• EXB-PCM02: Studio Essential

• EXB-PCM03: Future Loop Construction

• EXB-PCM04: Dance Extreme

• EXB-PCM05: Vintage Archives

• EXB-MOSS DSP Synthesizer Board

• Expression/Volume pedal : XVP-1 EXP/VOL Pedal

• Foot Controller : EXP-2 Foot Controller

• Pedal Switch : PS-1 Pedal Switch

• Damper Pedal : DS-1H Damper Pedal

Korg Italy: Syncro, tel.(++39) 0717820877

Korg KARMA.. TOP..... archives index



FUTURE STYLE


february 2001 issue 90

M-AUDIO OMNI STUDIO


Omni Studio include la soundcard Delta 66 e l' Omni I/O Integrated Desktop Audio Station (nella foto). E' compatibile con Mac e PC, e con vari software inclusi Logic, Cubase, Cakewalk, Digital Performer, Vegas, Gigasampler .....

Con Omni studio potete:
•Registrare/monitorare a 24-bit 96 kHz con latenza zero
•Inserire compressori nei vostri mics
•Indirizzarvi a FX o submixer esterni
•masterizzare su CD, Dat e ... cassetta (se proprio non avete di meglio !)
•Monitorare le vostre apparecchiature Midi in registrazione o playback
•Utilizzare 6 in/6 out su PCI card e 8 input addizionali su sezione mixer

Caratteristiche/Specifiche tecniche
Recording Section
• 2 Mic/Inst e 2 line level balanced/unbalanced analog inputs sulla soundcard Delta 44 o sulla Delta 66.
• 2 Mic/Inst inputs con XLR phantom power, insert I/O jacks,controlli gain individuali, gain reduction "pad" switch e signal/clip indicator LEDs.
• Low impedance mic inputs forniscono 66dB di gain e utilizzano la tecnologia M Audio del pre-amp DMP2. Sono settabili su hi-impedance con 46dB di gain, ideali per chitarre elettriche/acustiche.
• L'Omni Mic/Inst pre-amp ha una frequency response da 10Hz a 200kHz, low THD di.0009%, con un dynamic range di 130dB.
• Stereo effect return.
Mixing Section
• Quattro Delta outputs possono essere usate simultaneamente come uscite indipendenti bilanciate/sbilanciate utilizzabili come effects sends addizionali, alternate mix output, indirizzare a un mixer secondario.
•Quattro stereo aux inputs per apparecchiature Midi
• Stereo Aux inputs 1 and 2 possono essere mutate in mixer e reindirizzate agli input linea del Delta per la registrazione
• Mix out per masterizzazione
• Control room outs con controllo di livello indipendenti per il monitoraggio
• TDue headphone outputs con controllo di livello individuali
• Un mono effect send per channel.
• L/R output signal/clip LEDs.


L'Omni I/O viene venduto anche separatamente e può essere utilizzato sia con la Delta 66 che con la Delta 44. In arrivo Omni Universal Compatibility Cable per utilizzare Omni I/O con tutte le soundcard.

Message from M-Audio: "Espresso machine not included" (!!)

M-Audio Italy contact (solo per Mac) Real Time Trading- Tel. (++39) 0543404182

M-AUDIO OMNI STUDIO.. TOP..... archives index


vDigital Audio MP3 players

 

Rio 600 portable WMA e MP3 player


Se non vi piace il colore, basta togliere la fascia e cambiarla con una di colore diverso. Grazie al software Rio Audio Manager PC (per l'organizzazione e l'encoding dei files) potrete costruirvi play list personalizzate nel vostro computer e trasferile una volta pronte, via cavo USB, nel lettore Rio 600. I trasferimenti sono estremamente veloci 4MB in 11 secondi. La memoria interna è di 32 MB, facilmente incrementabile acquistandone una con capacità maggiore e inserendola sul retro del Rio. Ottima la riproduzione sonora.

Smart MP3 Disc Player

Questo MP3/CD player sarà in grado di riprodurre sia normali CD sia CD-R o CD-RW contenenti files compressi MP3. Sul pannello superiore ci sono 8 controlli (compreso l'Open swith) e cinque sono i tipi di equalizzazione disponibili per aggiustare il suono riprodotto: Normal, Superwoofer, Low, Highe Super-high. Ottimo il sistema antishock che ha una memoria buffer di 50 secondi (se state usando un normale CD) che arriva a 8 minuti se in play c'é un CD scritto con files MP3, grazie alla compressione 10:1 di tale formato.

Vivanco VMax

30g. e 5 cm. ! Un controllo di volume, Play/Pause, Stop, TRack Search, uno slider a tre posizione per selezione EQ, una piccola porta per l'inserimento delle memory cards . Questo è il superportatile Vivanco VMax. Accetta due memory cards MMC e arriva a supportare 128 MB di musica. E' supportato da una Card Station collegabile a PC o via porta parallela o USB, che permette di trasferire i files nelle memory cards MMC da inserire poi nel lettore VMax. Il software relativo 'eJay MP3 Station' (auto-installante) offre diverse opzioni per settaggi playlisting, recording e playback.

Digital Audio MP3 players.. TOP..... archives index



FUTURE STYLE


february 2001 issue 90

NEUTRIK ML1 - Minilyzer

Neutrik sta gradualmente espandendo la sua gamma Minstruments, strumenti per misure e verifiche, compatti e di alta qualità. Minilyzer è un nuovo analizzatore audio nato come ideale complemento del generatore Minirator MR1 con cui è in grado di realizzare un sistema di analisi estremamente versatile e di ridotte dimensioni.

Il Minilyzer ML1 può eseguire una vasta gamma di misure con varia modalità:

Misure di livello

• Valore: RMS, Picco, Relativo

• Unità selezionabile: dBu, dBV, V

• Accuratezza elevata

Misura di THD+N

• Reiezione della fondamentale e sintonia automatici

• Misura veloce, in meno di 300 msec

• Unità selezionabile: dB e %

• Distorsione residua inferiore a -85 dB (0,005%)

Test di polarità

• Utilizzato con il segnale di test proveniente dal Minirator consente di individuare immediatamente le condizione di in-fase o fuori-fase

Analisi della frequenza

• Misura eseguita su tutto lo spettro audio con accuratezza migliore dello 0,01%

Risposta in frequenza

• Sincronizzata con segnali di sweep esterni

• Visualizzazione grafica della curva di risposta

Misure di modo comune

• Indicatore di bilanciamento del segnale, attivo su tutte le funzioni di misura

Oscilloscopio

• Per il monitoraggio della forma d'onda nel dominio del tempo; la banda supportata è ovviamente quella audio

Filtri di pesatura

• Set di filtri di pesatura standard utilizzabili in tutti i processi di misura

 

L'ML1 Minilyzer è dotato di un display LCD 60x100 retroilluminato che consente di visualizzare i risultati in varie forme:

- nel modo Meter come valore numerico o indicazione grafica a barre;

- nel modo Sweep come curva in un grafico livello/frequenza.

Con soli sette tasti è possibile accedere a tutte le funzioni dell'analizzatore seguendo le semplici ed intuitive schermate di menu. L'ML1 sta comodamente nel palmo di una mano ed è alimentato da 3 batterie stilo tipo AA che consentono un'autonomia di circa 3 ore.





NEUTRIK MR1 - Minirator
Generatore audio professionale multifunzionale

Spesso è necessario controllare il segnale in vari punti del sistema audio per sapere se è ancora pulito, se il livello è quello voluto, se viene mantenuta la polarità, se la distorsione è entro livelli accettabili ....... Il Minirator permette di generare facilmente tutti i segnali necessari a queste prove.

 

• Onda quadra

• Onda sinusoidale a bassa distorsione: 20 Hz-20 kHz

• Rumore bianco e rosa

• Segnale di test per la polarità

• Accuratezza digitale

• Uscita bilanciata su connettore XLR a scomparsa

• Uscita sbilanciata RCA/Cinch

• Livello regolabile da -76 dBu a +6 dBu

• Capacità si sweep da 20 a 20.000 Hz per l'onda sinusoidale; da 20 a 5.000 Hz per l'onda quadra

• Unità selezionabili tra dBu, dBV, V

• Autonomia: più di 10 ore

• Dimensioni: 140x74x25 mm

• Peso: 170 g incluse le batterie


 

NEUTRIK STAGE BOX

 

Sistema modulare di stagebox robusti ed estremamente versatili. Totalmente configurabili con connettori XLR maschio e femmina.

Disponibili in tre versioni:

Tipo A: di forma trapezoidale con 3 file di connettori

Tipo B: di forma trapezoidale con 2 file di connettori

Tipo C: a parallelepipedo con 2 file di connettori

 

TIPO A

NTNYSBA1

NSB1A - 8/4 - 3 file di 4 connettori

NTNYSBA2

NSB2A - 20/4 - 3 file di 8 connettori

NTNYSBA3

NSB3A - 32/4 - 3 file di 12 connettori

 

TIPO B

NTNYSBB1

NSB1B - 8/0 - 2 file di 4 connettori

NTNYSBB2

NSB2B - 12/4 - 2 file di 8 connettori

NTNYSBB3

NSB3B - 20/4 - 2 file di 12 connettori

 

TIPO C

NTNYSBC1

NSB1C - 8/0 - 2 file di 4 connettori

NTNYSBC2

NSB2C - 12/4 - 2 file di 8 connettori

NTNYSBC3

NSB3C - 20/4 - 2 file di 12 connettori

Neutrik Italy: Audio Equipment, tel. (39) 039 212221

NEUTRIK.. TOP..... archives index



FUTURE STYLE


february 2001 issue 90

ROLAND XV-5080, 5080 PLUS

sintetizzatore/sample player

 

Il sintetizzatore/sample player XV-5080 con installati due moduli SIMM da 32 MB per un totale di 64MB di memoria RAM ed un lettore CD SCSI completo di cavo SCSI è utilizzabile anche come lettore di campioni.

L'XV-5080 è un sintetizzatore che necessita dell' installazione di una memoria RAM per sfruttare appieno la sua funzione di riproduttore di campioni, una delle novità che risultano essere più apprezzate dai musicisti che si avvicinano a questo strumento.

Con 64MB di RAM pre-installata (XV-5080Plus) è possibile caricare una considerevole quantità di campioni da interi Setup provenienti dalle librerie per i Campionatori della serie S-700 fino alle nuove librerie L-CDX o CD in formato AKAI S-1000/S-3000 e così via. Il pacchetto XV-5080Plus non include solo la RAM ma anche un lettore CD SCSI che ovviamente è fondamentale per il caricamento dei campioni da CD. Le periferiche SCSI sono universalmente considerate sinonimo di qualità elevata e normalmente sono le più utilizzate dai professionisti. Il lettore CD SCSI contenuto nel pacchetto XV-5080Plus è stato appositamente realizzato per l'abbinamento all' XV-5080 in modo da rendere estremamente affidabile il caricamento dei campioni ed inoltre può eventualmente essere utilizzato con un PC fornito di porta SCSI o con altri strumenti che implementino questo protocollo.

 

Roland Italy: tel.(++39)02937781

ROLAND XV-5080.. TOP..... archives index



FUTURE STYLE


february 2001 issue 90

ROLAND JP 8080
Sintetizzatore rack a Modelli Analogici

Il Modulo Sintetizzatore JP-8080, con il suo generatore sonoro a Modelli Analogici, è in grado di ricreare sonorità vintage 'classiche' ma anche di dar vita a sonorità inedite. Grazie ad un Oscillatore DSP che produce sette diversi algoritmi di forme d'onda, completamente indipendenti. Questo tipo di sintesi, diversamente dal sistema in PCM basato su campionamenti, consente di creare cambiamenti anche molto drastici nel suono. Contemporaneamente, la Sintesi a Modelli Analogici può contare sulla perfetta stabilità garantita dal controllo digitale: il JP-8080, infatti, è uno strumento ultramoderno, che offre tutte le funzioni più sofisticate; per esempio, la trasmissione e ricezione via MIDI di tutti i Control Change, ingressi ausiliari per processare segnali audio esterni, Voice Modulator, Motion Control, e un multieffetto in grado di gestire Delay, Equalizzatore e tanti altri effetti, Distorsione compresa.

External Audio Synthesis, Voice Modulator& tecnologie inedite e nuove sonorità

Il Modulo Sintetizzatore JP-8080 è dotato di ingressi ausiliari per il segnale di uno strumento o di un microfono; attraverso questi ingressi (dotati di controlli di Limiter e di indicatori di picco) il segnale proveniente da uno strumento può essere processato attraverso i controlli dell'Oscillatore 2; questo significa che qualsiasi strumento può essere processato attraverso i filtri e il multieffetto, ed il risultato viene poi miscelato con il timbro prodotto dall'Oscillatore 1. La funzione di Voice Modulator è una novità assoluta, e mette a disposizione dei tastieristi un'incredibile varietà di tecniche esecutive ed espressive. Il circuito di Voice Modulator permette di controllare gli inviluppi degli Oscillatori e del segnale esterno usando la propria voce in tre diverse modalità: Formant Filter, Filter Bank e Vocal Morph Control. La modalità "Formant Filter" analizza le frequenze del segnale vocale in ingresso, a le riapplica al suono del synt, creando un effetto "parlante". La modalità "Filter Bank" mette in uso un filtro stereo a 12 bande, in grado di controllare il segnale esterno con grandissima precisione. Infine, il "Vocal Morph Control" permette di modificare il suono del JP-8080 usando il movimento della bocca e delle labbra.

Multieffetto integrato e controllo totale

La sezione effetti del JP-8080 ha tre processori indipendenti: uno dedicato al Delay, uno dedicato all'Equalizzatore, e un Multi-FX che può gestire gli algoritmi di Chorus, Flanger, Distorsore e altro. Tutte le regolazioni relative agli effetti vengono memorizzate all'interno delle singole Patches. Il controllo è completo e accurato su tutti gli aspetti della programmazione, grazie ai 40 slider e potenziometri disposti in modo logico e razionale sul pannello del JP-8080. E tutte le modifiche vengono trasmesse anche via MIDI, come messaggi di Control Change. Per semplificare la programmazione, il JP-8080 è dotato di una presa Remote Keyboard In: basta collegare una tastiera, senza doversi preoccupare di impostare i canali MIDI, e il JP-8080 è già pronto per suonare.

Supporto di memoria esterno su SmartMedia Card

In aggiunta alla sua memoria interna, il JP-8080 può memorizzare i dati di Patches, Performances, Motion Control ed RPS su card opzionali: le SmartMedia da 2 MB e da 4 MB; è possibile anche la lettura diretta da card dei dati di Motion Control ed RPS..

Caratteristiche

Sistema di Sintesi a Modelli Analogici: timbriche molto potenti e di grande effetto, controllabili tramite 40 slider e potenziometri sul pannello

Con il sistema di Sintesi di Segnale Esterno è possibile processare qualsiasi segnale audio attraverso i filtri, gli amplificatori e gli effetti del JP-8080, ottenendo dei risultati originalissimi

Il circuito di Voice Modulator consente di utilizzare la propria voce, tramite un ingresso microfonico, per sfruttare le nuovissime modalità di Formant Filter, Filter Bank e Vocal Morph Control

Tre effetti indipendenti incorporati: Equalizzatore Tone Control, Delay e Multi-FX, inclusi Chorus, Flanger e

Distorsore; l'algoritmo di Distorsore è stato aggiunto, in seguito a numerosissime richieste da parte degli utenti, per dare più aggressività al suono

La funzione di Motion Control permette di registrare e riprodurre i movimenti dei controlli durante l'esecuzione; tutti i dati vengono trasmessi anche via MIDI

Arpeggiatore e Realtime Phrase Sequencing

Soluzioni particolari per facilitare la programmazione: Funzione Preview, tasti numerici di Bank e Number, ingresso

MIDI Remote Keyboard dedicato, supporto di memoria su SmartMedia Card

Caratteristiche Tecniche

Polifonia massima:10

N° totale parti: 2

Performances di preset: 192

Performace user: 64

Patch di preset: 384

Patch user:128

Chorus:4

Delay: 5

Multi-effetti: 13

Tasti: 40

Ingresso MIDI: 2

Uscita MIDI: 1

MIDI THRU

Uscita stereo

Ingresso microfonico

Ingresso stereo

Altezza unità rack: 6

Larghezza: 482 mm

Profondità: 88 mm

Altezza: 264 mm

Peso: 4.5 kg

Roland Italy: tel.(++39)02937781

ROLAND JP 8080.. TOP..... archives index



FUTURE STYLE


february 2001 issue 90

From Los Angeles winter NAMM 2001

ROLAND MT 90S
Music Player compatto con speaker incorporato

Le caratteristiche di MT 90S derivano direttamente dalla serie MT, ma con una nuova operativita' piu' semplice e rapida grazie al nuovo design, al pannello posto in posizione frontale e al layout dotato di icone. Il display LCD e' retroilluminato e visualizza il titolo della song (SMF), il tempo ed i lyrics eventualmente contenuti nel midifile.

Caratteristiche

Music Player compatto con speaker incorporato

Nuovo pannello frontale e layout grafico con icone

Leggero e facilmente trasportabile

Generazione sonora GM2/GS compatibile

Riproduttore di SMF con Lyrics su display

Input microfonico con generatore echo per karaoke

Controlli:Volume, Microphone Volume, Microphone Echo, speaker switch

Connessioni: Output jacks (Stereo, RCA-Pin), Microphone jack (with echo),Headphone jack (Stereo Mini), MIDI IN connector, Start/Stop jack

Speaker 10 cm. 5W

Roland Italy: tel.(++39)02937781

ROLAND MT 90S.. TOP..... archives index



FUTURE STYLE


february 2001 issue 90

Los Angeles winter NAMM 2001

ROLAND RS 9
64 Voice Synthesizer

 RS-9 è un sintetizzatore dinamico a 88 tasti con semipesatura tipo synth. Tra le sue caratteristiche principali ci sono l'utilizzo di nuovi campioni (32MB) direttamente derivati dalla serie professionale XV, pulsanti di richiamo diretto delle performance preferite, manopole per il controllo di parametri in realtime. Tra le altre caratteristiche di questo sintetizzatore si mettono in evidenza le 64 voci di polifonia e la multitimbricità a 16 parti. Il nuovo design con il pannello frontale color alluminio conferisce allo strumento un look nuovo decisamente distaccato dalle più recenti produzioni Roland in questa categoria di strumenti. Oltre a tutte le caratteristiche del sintetizzatore l'RS-9 offre anche un pulsante (denominato piano) dedicato al richiamo immediato del timbro di pianoforte acustico.

Caratteristiche

Tastiera dinamica a 88 tasti con pesatura synth

512 preset + 128 user per un totale di 640 toni e una memoria di 32MB

Nuovi timbri derivati dalla serie XV e da una selezione dei migliori campioni delle schede di espansione SR-JV80

Compatibilità GM2

Nuovi pulsanti di selezione performance posizionati al centro del pannello frontale per un richiamo immediato

6 manopole per intervenire in realtime su parametri come, cutoff frequency, resonance, envelope curves, LFO ecc.. ad ogni performance possono essere associate fino a 4 manopole

Arpeggiatore onboard con 45 modelli direttamente derivato dall'XV-88. I parametri dell'arpeggiatore possono essere modificati in realtime intervenendo sulle manopole. E' possibile sincronizzare il tempo via MIDI

Funzioni "Category search" e "Phrase Preview" per catalogare ed ordinare al meglio i propri timbri.

Il piano button permette di richiamare istantaneamente il timbro di pianoforte acustico.

Specifiche tecniche

Tastiera dinamica 88 tasti (pesatura tipo synth)

Polifonia : 64

Politimbricità 16 parti

Memoria wave 32 MB

Memoria preset: 512 tones (256GM2+256 original), 128 performance, 20 rhythm sets (9 GM2 + 11 original)

Memoria user : 128 tones, 128 performance, 2 rhythm sets

Multieffetto: Reverb 8, Chorus 8, multi 42 sets

Arpeggiatore 45 stili

Display 20 caratteri 2 linee LCD retroiluminato 3 cifre 7 segmenti LED

Connessioni: MIDI IN/OUT/THRU, Audio OUT: Jacks (Lmono/R), Cuffia, Pedali : Hold , Control

Peso 10,8 Kg

Dimensioni 1395x294x103mm




ROLAND RS 5

64 Voice Synthesizer

 

Caratteristiche

Tastiera dinamica a 61 tasti

512 preset + 128 user per un totale di 640 toni e una memoria di 32MB

Nuovi timbri derivati dalla serie XV e da una selezione dei migliori campioni delle schede di espansione SR-JV80

Compatibilità GM2

6 manopole per intervenire in realtime su parametri come, cutoff frequency, resonance, envelope curves, LFO ecc.. ad ogni performance possono essere associate fino a 4 manopole

Arpeggiatore onboard con 45 modelli direttamente derivato dall'XV-88. I parametri dell'arpeggiatore possono essere modificati in realtime intervenendo sulle manopole. E' possibile sincronizzare il tempo via MIDI

Funzioni "Category search" e "Phrase Preview" per catalogare ed ordinare al meglio i propri timbri.

Specifiche tecniche

Tastiera 61 tasti dinamica

Polifonia 64

Politimbricità 16 parti

Memoria wave 32 MB

Memoria preset : 512 tones (256GM2+256 original), 128 performance, 20 rhythm sets (9 GM2 + 11 original)

Memoria user: 128 tones, 128 performance, 2 rhythm sets

Multieffetto: Reverb 8, Chorus 8, multi 42 sets

Arpeggiatore 45 stili

Display 20 caratteri 2 linee LCD retroiluminato, 3 cifre 7 segmenti LED

Connessioni: MIDI IN/OUT/THRU, Audio OUT: Jacks (Lmono/R), Cuffia, Pedali : Hold , Control

Peso 6 Kg

Dimensioni 1,033x294x103mm

Roland Italy: tel.(++39)02937781

ROLAND RS 9.. TOP..... archives index



FUTURE STYLE


february 2001 issue 90

ROLAND VS 2480

Caratteristiche

Workstation di registrazione con 24 tracce, convertitori a 24 bit e 96 KHz ed effetti integrati 24 tracce in riproduzione simultanea; 16 tracce in registrazione simultanea con 384 tracce virtuali

Funzioni di editing "drag-and-drop" tramite il mouse in dotazione (è anche possibile utilizzare una tastiera ASCII per PC - opzionale)

Mixer digitale a 64 canali completamente automatizzato con 17 fader motorizzati

Connessioni professionali con 16 ingressi jack bilanciati e 8 XLR con phantom

2 processori di effetti stereo (espandibili fino a 8) che includono COSM Mic Simulator, Speaker e Amp Modeling più Mastering Tool Kit
24 Phrase Pad richiamabili direttamente dal disco.

Doppia porta R-BUS di serie per l'espansione in vari standard audio analogici e digitali

Ingresso Word Clock e SMPTE

Supporta dischi di grandi dimensioni 3.5" IDE (fino a 128 GByte, partizione max 10 GByte)

Uscita video VGA con funzione di "information display" grafico per visualizzazione in tempo reale di playlist, impostazioni mixer e EZ Routing

Qualità a 24-bit / 96 KHz

VS-2480 è dotato di convertitori a 24 bit, di una frequenza di campionamento tra 44.1 e 96 KHz (a 96 KHz è possibile solo la riproduzione simultanea di 12 tracce) e della modalità di registrazione MT-Pro a 24-bit. Tutto l'audio processato internamente al VS-2480 sfrutta 56-bit di risoluzione.

Editing "Drag-and-Drop" e controllo da tastiera

VS-2480 nasce per colmare il divario esistente tra sistemi di registrazione stand-alone e computer-based. Basta collegare il mouse in dotazione e una tastiera ASCII (opzionale) e vi trovate di fronte ad un sistema di produzione audio professionale veloce ed immediato. Usando il mouse è possibile: muovere frasi audio trascinandole nella posizione desiderata, oppure copiare la traccia selezionata con un comando tipo "point-and-clic". Anche le operazioni per nominare frasi e song sono ora più veloci grazie all'ingresso per tastiera ASCII. Tutte queste funzioni, disponibili fino ad oggi solamente con dei software, sono state incorporate nell' ambiente operativo del Virtual Studio VS-248

Mixer digitale a 64 canali

Un VS-2480 non è solo un registratore a 24 tracce ma anche un potente mixer digitale a 64 canali derivato dallaserie VM-7000. VS-2480 è dotato di 17 fader motorizzati (4 layer: Ingressi 1-16, Ingressi 17-24 + Aux, Tracce1-16, Tracce 17-24 + ritorni effetti) con totale richiamo di Scene, più 16 potenziometri rotativi multi funzione(controllo diretto di pan-pot, dinamica, equalizzazione). Inoltre la modalità "V-fader" permette di assegnare i fader del VS-2480 al controllo di parametri MIDI o ad altri parametri di canale.

Effetti inclusi di serie

Ogni VS-2480 viene fornito con l'equivalente di una scheda effetti VS8F-2 pre-installata che offre due processori di effetti indipendenti. Tutti gli effetti possono essere registrati direttamente o aggiunti in fase di missaggio. E quando siete pronti per il mix-down finale avrete a disposizione il Mastering Tool Kit per aggiungere alle master-tracks l'equalizzazione e la compressione di dinamica multi-banda che desiderate. Per finire potete espandere il sistema con altre tre schede effetti VS8F-2 portando il totale degli effetti interni ad otto, in questo modo è virtualmente eliminata la necessità di rumorosi collegamenti con dispositivi esterni.

Connettori di ingresso ed uscita

La sezione I/O del VS-2480 è stata pensata per soddisfare anche le più esigenti situazioni di impiego. Ci sono: 16 ingressi bilanciati TRS di cui 8 anche con connettore XLR più alimentazione phantom ed uno ad alta impedenza per il collegamento di chitarre/bassi; le uscite analogiche prevedono un Master Out, un Monitor Out, due uscite Aux e due uscite cuffia. La sezione digitale comprende I/O S-PDIF sia ottico che coassiale e dueporte R-BUS. In totale: 36 ingressi e 32 uscite.

 

Display LCD e uscita video VGA

Sia che si tratti di monitorare i livelli d'ingresso, di equalizzare o di trovare il giusto punto di editing di una forma d'onda, il display LCD mostra sempre quello di cui avete bisogno nel modo più chiaro e logico possibile. Per chi volesse vedere tutto più in grande è possibile collegarsi (tramite l'uscita VGA) a un monitor esterno. Ma le operazioni con il mouse e la tastiera ASCII non sono possibili sul monitor esterno.

Porta SCSI e masterizzazione

VS-2480 è dotato di porta SCSI per il collegamento di HD SCSI esterni o a dispositivi di masterizzazione e backup compatibili Roland. Creare un CD audio ora è più veloce usando la modalità di registrazione CDR che permette di registrare direttamente in formato immagine audio CD eliminando i tempi di attesa prima della masterizzazione. Anche le funzioni di backup traggono vantaggio dall'uso di supporti economici quali i CD-R e i CD-RW.

Sincronizzazione SMPTE e Word Clock

E' possibile sincronizzare un VS-2480 non solo tramite MIDI Time Code (come di consuetudine in applicazioni musicali) ma anche con SMPTE (particolarmente utile in abbinamento a macchine video). Inoltre per l'uso con altri macchine digitali è disponibile un ingresso Word Clock.

Roland Italy: tel.(++39)02937781

ROLAND VS 2480.. TOP..... archives index



FUTURE STYLE


february 2001 issue 90

YAMAHA 03 D

26-Input Digital Mixing Console

Chi sono i maggiori utilizzatori di 03D ?
Studi di progettazione e post-production che usano registratori multitraccia, come Ales ADAT e Tascam DA-88, o sistemi di HD recording. La funzione surround in particolare è molto adatta nelle produzioni di programmi TV, di film, di CD-Rom e DVD. Ma 03D è anche adatto per teatri e clubs.
Quali sono le caratteristiche più interessanti ?
I 26 inputs, le connessioni digitali dirette a DA-88, Adat, macchinari AES/EBU, il total recall (eccetto input trim e pad) dei settaggi di mixaggio (50 memorie), 40 dynamics processors e EQs (32 mono, 4 stereo), il grande display grafico retroilluminato (320x240 punti) fluorescente, il facile accesso e controllo dei parametri tramite un mose PC-compatibile, il Midi control supportato da tutti i parametri (circa 2 mila), i due processori di effetti on board con i nuovi effetti amp simulator e freeze, il surround sound mixing, la possibilità di essere montato a rack ....

Caratteristiche
•26-Inputs e 18-Outputs. Flessibilità di configurazione tra analogico e digitale I/O per un totale di 24 canali IN più uno stereo, più 4 bus OUT, 4 mandate per effetti ausialiari, uno stereo bus principale ed 1 solo. Presenti I/O digitali stereo che possono arrivare a 10 (con l'optional da inserire nello slot YGDAI).
•Gli ingressi 1-8 sono mic preamps XLR e stereo bilanciati (1/4"), con selettori per phantom power individuale; possono accettare da -60dB a +10dB. Gli ingressi 9-16 accettano connettori stereo bilanciati (1/4"), supportano segnali di linea tra -20 e +10 dB. Tutti i 16 canali di input hanno il controllo gain. I canali 1 e 2 hanno un insert analogico per processori esterni.
•Lo 03D può alloggiare, in uno slot sul pannello posteriore, una digital interface card di formato anche diverso da Yamaha. Accetta cards tipo AES, CD-8AT, TD, Y, CS permettendo così all'utilizzatore di configurare 03D secondo le esigenze del sistema utilizzato e di variarlo col variare del sistema.
• Gli I/O digitali coassiali e AES/EBU permettono la connessione diretta a registratori Dat o altre apparecchiature digitali compatibili. Il segnale input stereo digitale può essere convogliato nello stereo bus per sub-mix o al canale stereo In per il missaggio e processamento. Gli Inputs possono essere incrementati aggiungendo a cascata un'altro 03D o un 02R.
•Lo slot YGDAI (Yamaha General Digital Audio Interface), che accetta le stesse cards dello 02R, permette la connessione (8 I/O digitali) diretta a registratori multitraccia tipo ADAT, TAscam DA88 e D38; a sistemi di registrazione Hard-Disk o in formato AES/EBU e Yamaha. Gli Out digitali dello YGDAI possono essere configurati come bus Outs, aux send, direct Outs, stereo Outs permettendo di arrivare a 8 tracce di registrazione simultanea.
•Il processamento dei segnali on board è basato sul chip DSP 32-bit in dotazione anche allo 02R: ha disposizione una libreria già pronta di equalizzazioni parametriche, dinamiche, effetti che possono servire all'utilizzatore anche come partenza per un ulteriore editaggio e personalizzazione dei settaggi di processamento. La libreria incluse settaggi appropriati per il trattamento di strings, sezioni di brass, percussioni campionate, voci .... La sezione effetti, che utilizza anche alcuni degli algoritmi dello Yamaha ProR3 e del REV500, ha di base 64 presets inclusi diversi reverb, delay, echo, chorus, flange, pitch shift ed il nuovo freeze (sampling) e amp o giutar preamp Simulator.
40 programs EQs 4-bande parametrici e 40 processori dinamici sono disponibili per i 26 In, i due on board stereo effects return, i 4 bus Out, i 4 aux send e main stereo Outs.
•I set up del mixaggio consistono in circa 2 mila parametri inclusi i routing di channel-to-bus e configurazioni Outs, posizioni fader e pan, settaggi di dinamica ed equalizzazione .... tutti gli editaggi possono essere storati nelle 50 memorie interne (scene). Le scene possono essere richiamate manualmente o via Midi o con la funzione auto-mix. Inclusa la funzione Undo/Redo. Quando una scena è richiamata, automaticamente i faders, motorizzati, si posizionano al livello settato. Durante il playback di un automix i movimenti dei faders sono automaticamente riprodotti in sincronismo con il Midi TimeCode. E' possibile anche impostare gli auto-fade, controllati dal MTC, o settarli a vostro piacimento, in un range di 10 secondi con risoluzione 0.1 secondi e salvare tali informazioni nela scena. Disponibile l'ffetto surround. Tutti i parametri sono controllabili via Midi in tempo reale tramite messaggi di Midi Control Change e System Esclusive. I fader motorizzato di 03D, via Midi possono controllare i livelli interni di una workstation audio digitale o editare i parametri interni di macchine setrne (processori di effetti, sintetizzatori ....). I faders e quattro altri controlli definibili dall'utente, sono in grado di controllare apparecchiature Midi del tipo registratori audio, via MMC (Midi Machine Control. Una porta To Host (RS422) permette l'accesso diretto ai computer senza l'ausilio di interfaccia Midi.
Tutti i dati editati inerenti scene, EQ, dynamics, effects, channel library user memory, automix, sono salvabili tramite la funzione Midi Bulk Dump in un registratore di informazioni Midi (come MDF2 Midi Data Filer) o in sequencer Midi hard o in quello soft del vostro computer.
•In 03D le CPU RISC assicurano un controllo veloce delle grafiche del display LCD, dei faders e dell'automix. L'autoprocessamento interno lavora a 32-bit tramite il chip DSP Yamaha con un dynamic range di 192 dB, la qualità sonora è garantita dai convertitori AD (20-bit e 64-times di oversampling) su ogni canale e dai 18-bit 8-times oversampling di quelli DA delle uscite stereo e monitor, dei bus e aux send.

Specifiche tecniche

Frequency Response: 20 Hz-20kHz+1, -3dB (+4 dB into 600 ohm)

Dynamic Range: 110 dB min. Stero Out D/A converter; 105 dB typ. Stereo In to Stereo Out (AD/DA); 100 dB

THD (Total Harmonic Distortion): minore di 0.1% (20 Hz-20kHz @ +14 dB into 600 ohm); minore di 0.01% for Stereo In to Stereo Out (1kHz @ + 18 dB into 600 ohm)

Maximum Voltage Gain: 76 dB CH IN to STEREO OUT/BUS OUT; 76 dB CH IN to AUX OUT (pre fader); 12 dB STEREO IN to STEREO OUT; 76 dB CH IN to MONITOR OUT (via stereo bus)

Crosstalk: Adjacent channels: -70 dB (1kHz) Input to Output: -70 dB (1kHz)

Sampling Rate: Internal: 48 kHz/44.1 kHz; External: 32 kHz-48 kHz + or - 6%

Digital Output Dither: 16 - 24 bit

Signal Delay: minore di 2.5 ms input to output (fs = 48 kHz)

Faders: type 60mm motorized; Resolution:+6 to -90-infinity dB

Display: 320 x 420 dot backlit LCD (con controllo di contrasto)

EQ: High: + or - 18 dB, 20 Hz -20.1 kHz, HPF, peaking, shelving; High-Mid: + or - 18 dB, 20 Hz - 20.1 kHz, peaking; Low-Mid: + or - 18 dB, 20 Hz - 20.1 kHz, peaking; Low: + or - 18 dB, 20 Hz - 20.1 kHz, LPF, peaking, shelving

Memories/Libraries-Scene: 51 (1 preset, 50 user); Channel: 51 (2 preset, 49 user); EQ: 80 (40 preset, 40 user); Effects:96 (64 preset, 32 user); Dynamics: 80 (40 preset, 40 user)

Stereo Output Meters 12-segment LED meter x 2

Power Requirements USA and Canada: 120 V AC, 60 Hz; European: 230 V AC, 50 Hz

Power Consumption 85 W

Dimensioni (W x D x H) 460 x 516 x 204 mm (18.1" x 20.3 " x 8")

Peso16 kg

Condizioni climatiche ottimali di funzionamento: temperatura da 10 a 35 gradi C, umidita 25% - 80%

Accessori Optional:

•CD8AES interface card: permette l'accesso digitale simultaneo (AES/EBU) a tutti i canali di 02R e 03D
•CD8ADS single-slot 8-channel analog INPUT card per connettere apparecchiature analogiche ai tape ins di 02R e 03D
•CD8AT ADT interface cards per connettersi a registratori multitraccia del tipo ADAT, Alesis ADAT Txt e Fostex RD-8
•CD8CS Kit Cascade Kit per la connesione di 03D allo Yamaha 02R
• CD8TDII Tascam interface card
•CD8Y interface cards per la connessione con apparecchiature fornite di connessioni in formato digitale Yamaha (multi-channel 8-bus/8 channel)
•RK124 per il montaggio a rack



FAQ

Il software di sistema è aggiornabile ?

Sì, gli aggiornamenti potranno essere installati nella flash memory interna usando un computer connesso a 03D tramite l'ingresso To Host

Quanti mic preamps ci sono e per quali canali ?

I primi 8 canali hanno mic preamps, con ingressi XLR o phone jack con selezione individuale di phantom power. I livelli supportati vanno da -20 a +10 dB. Gli inputs TRS phone jack sono bilanciati su tutti i 16 canali.

Qual è il channel status dell'uscita digitale ?

Format: consumer (Coaxial) o professional (AES/EBU); bit-lenght: coaxial 20-bit, professional 24-bit; category: PCM processor; Copy Prohibit:no; emphasis: no.

CD e Dat possono essere connessi digitalmente ?

Sì, c'è un ingresso digitale Coaxial (phono) e uno AES/EBU (XLR). Può essere utilizzato un input alla volta e il segnale può essere o indirizzato in un canale o utilizzato per unire a cascata due 03D.

Il 24-bit dello 03D può essere registrato in un registratore 16-bit ?

NO: bisogna settare la funzione Dither dello 03D. Se utilizzate, per esempio, un registratore che supporta i 18-bit, dovete prima settare la funzione Dither di 03D sui 18-bit.

Che tipo di mouse è possibile usare ?

Un Microsoft-compatibile da collegare nel pannello posteriore di 03D nella presa 9-pinD-sub.

Qual' è la qualità sonora di 03D ?

Dopo la conversione A/D del segnale, tutti i processamenti (EQ, effects, compression, mixing) sono digitali e non c'è degrado di segnale. Tali processamenti interni sono a 32-bit e forniscono un range dinamico di 192 dB contro i 105 dB delle usuali conversioni A/D/A o i110 dB delle usuali D/A.

Che tipo di chip DSP è usato ?

Gli stessi di 02R; questi chips contengono DSP, EQ digitale e funzioni di processamento delle dinamiche e sono stati sviluppati specificamente per processamenti audio.

Che opzioni sono disponibili ?

03D ha uno slot YGDAI e può accettare le stesse single sire cards di 02R che includono ADAT (CD8-AT), Tascam (CD8-TD), AES/EBU (CD8-AE-S), Yamaha (CD8-Y). Ogni card ha 8 digital inputs e 8 gigital outputs.
Con l'optional Cascade kit (CD-CS: due cards e un cavo) due 03D possono essere collegati digitalmente a cascata.

Yamaha Musica Italia contact (++39) 02935771

YAMAHA 03 D.. TOP..... archives index



FUTURE STYLE


february 2001 issue 90

From Los Angeles winter NAMM 2001

YAMAHA 9000pro
76-key Synthesizer Keyboard

Questo 76-tasti-pesati synth è una versatile workstation adatto anche nlle live performces: 126-note di polifonia, 48 MB di suoni assemblati in 800 voci che spaziano dai timbri acustici agli elettrici a quelli di batteria registrati in stereo e con l'obiettivo di ottenere un risultato il più reale possibile. Il 9000pro è predisposto per accettare schede di espansione synth della Yamaha potendo così avere a disposizione sempre nuove sonorità. La RAM interna conenente i samples può essere incrementata fino a 65 MB. Un hard drive (fino a 8GB) è inseribile on-board per lo storaggio di voci, styli, songs e set-ups. Internamente c'è anche una SCSI e volendo si può aggiungere anche un drive esterno (tipo ZIP, JAZ ..). Tramite il Video Out è possibile proiettare o visionare in un monitor i testi di files di brani in formato MIDI ..... e 9000pro diventa utilizzabile anche nel karaoke ..... e se inserite il segnale vocale nel microfono in potete mixare e armonizzare il cantato. A dispozione anche 4 porte individuali, 12 blocchi di effetti DSP, un sequencer e un mixer automatizzato. Progettata per un vasto target, è compatibile GM, include la funzione di autoaccompagnamento ed è compatibile con il software usato nei modelli PSR900 e PSR8000 Il sistema operativo di 9000pro è contenuto in una Flash Rom e quindi è aggiornabile facilmente. I tsti sono sensibili all'initial e all'after touch, pitch bender e modulation wheel. E' collegabile direttamente ad un computer senza l'ausilio di una interfaccia Midi. Per semplificare le operazioni di accesso e di settaggio del vasto database, la Yamaha ha pensato anche ad aggiungere una presa per tastiera alfanumerica tipo PS-2 PC.

Yamaha Musica Italia contatc (++39) 02935771

YAMAHA 9000pro.. TOP..... archives index



FUTURE STYLE


february 2001 issue 90


From Los Angeles winter NAMM 2001

YAMAHA AN 200 

Con qualche annetto di delay anche i musicisti del far west sono stati contaminatid dal sound del 'rave-europeo' e pian piano stanno risalendo alle radici di questo fenomeno che affondano nella, ormai 'vintage, musica elettronica. E forse per questa (non certo indifferente) nuova fetta potenziale di mercato, la Yamaha ha presentato all'ultimo winter NAMM 2001 di Los Angeles, un Desktop Control Synthesizer denominato AN200 basato su un DSP che lavora su modelli di circuiti analogici e capace di ricreare filtri e risonanze, LFO, ring modilation ecc. ecc. .... On board anche un sequencer a step (del tipo vintage analogico) a 16 note con capacità di assemblaggio in patterns. Le voci sono 128, polifonia 5 note, 256 presets, gli effetti sono Chorus, Delay, Flanger and Phaser. Naturalmente è Midi e verrà fornito con software (Mac, PC) per editaggio suoni via computer.

Yamaha Musica Italia contatc (++39) 02935771

YAMAHA AN 200 .. TOP..... archives index



FUTURE STYLE


february 2001 issue 90

 
From Los Angeles winter NAMM 2001

YAMAHA DX 200

Sarà disponibile verso aprile/maggio questo nuovo desktop synth DX-200 di Yamaha capace di sonorità da FM (Frequency Modulation). Presente un sequencer a step 16-note,la polifonia è di 16 note, i 256 presets, 128 voci. Quattro gli effetti: Distortion, Delay, Flange e Chorus. Due gli Out (1/4"), prese Midi In/out. Verrà fornito con sequencer software XGWorks Lite per PC e con un software di editaggio suoni per PC e Mac.

Yamaha Musica Italia contatc (++39) 02935771

YAMAHA DX 2000.. TOP..... archives index



FUTURE STYLE


february 2001 issue 90

From Los Angeles winter NAMM 2001

YAMAHA QY 100

Questo nuovo ministuido, taccuino portatile di appunti di idee musicali estemperanee, è GM compatibile, è dotato di effetti digitali e di un database di stili musicali, ha convertitori A/D e capacità di storaggio Smart-Media. Gli utilizzatori potranno creare sequenze utilizzando o le 16 tracce lineari o le 8 pattern tracks e il database degli stili che include rock, R&B, Hip-Hop. On board anche un tone generator AWM2 (Advanced Wave Memory 2) con 519 suoni presets e 20 di batteria in formato XG. La polifonia è di 31-note, multitimbrico 24; i processori di effetti sono 3 XG Level 1 a 24-bit. Altre caratteristihce: 4 MB Wave ROM; 20 drum kits; 27 chord types; 128 preset styles e 64 user styles, 4.000-plus preset phrases; capacità di 32.000-note, 24-track 480 PPQ sequencer e 25-300 BPM tempo mapping.

Yamaha Musica Italia contatc (++39) 02935771

YAMAHA QY 100.. TOP..... archives index




advanced technologic sound magazine


| Entrance | Homepage | Current issue | Archives | Site Map |
|
A-Z index : Music Machines - Artists - Producers | Highlights : Music Machines - Artists - Producers |
|
Sutdios | Charts | Party Zone | Audio Interviews | Guests | ShopOnLine | Vintage Machines | Links | Xstras | e-mail | all About Future Style |